EVENTI

SCHEDA EVENTO

Torna alla lista
11/10/2019 ore 09.30 - 13.30
A 25 ANNI DALLA LEGGE GALLI: MODELLO INDUSTRIALE E GESTIONE DELLE ACQUE REFLUE

La legge 36/94 (c.d. Legge Galli, ripresa poi nel Decreto legislativo 152 del 2006) ha avviato una profonda riforma del servizio idrico basata su un approccio di tipo industriale nella gestione del Ciclo Idrico Integrato, ovvero anche della componente legata alle acque reflue (fognatura e depurazione). A differenza della gestione del servizio idropotabile il sistema nazionale presentava tuttavia maggiori handicap dovute da un lato ad una legislazione non sempre allineata – almeno temporalmente - alla disciplina comunitaria, e dall’altro dall’assenza in vaste aree del Paese di un adeguato tessuto gestionale industriale che proprio la legge 36/94 avrebbe dovuto implementare. Ad un quarto di secolo di distanza occorre porsi la domanda se quanto è stato fatto su questo aspetto per l’ammodernamento del servizio idrico sia sufficiente, per cui basta affidarsi al naturale compimento dei processi in atto, oppure se vanno tenuti in conto nuovi fattori, nuove domande e nuovi obiettivi. Al tempo stesso occorre considerare se le proposte formulate da una parte del mondo politico per una radicale riforma della governance sul servizio idrico è destinato ad incidere ed in che direzione nel processo di completamento/adeguamento di un servizio che si è rilevato, specie in alcune aree del Paese, particolarmente carente.


Venezia - Fondazione Querini Stampalia