News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
07/06/2019 13.20 - quotidiano energia
Piano invasi, M5S: “C’è l’ok della Corte dei Conti, ora gli investimenti”

La Corte dei Conti ha dato il via libera al Dpcm sull'adozione del primo stralcio del Piano nazionale interventi nel settore idrico, sezione invasi, che prevede 57 opere per 260 milioni di euro.
Ad annunciarlo sono alcuni esponenti del M5S in commissione Ambiente della Camera. Per Federica Daga, prima firmataria della Pdl sull’acqua pubblica attesa il 24 giugno in aula di Palazzo Montecitorio, si tratta di “una bella iniezione di fondi per rilanciare gli investimenti. Partiamo con gli interventi più urgenti e indifferibili: dalla messa in sicurezza dei sistemi acquedottistici del Peschiera, nel Lazio, a diverse opere tra Puglia e Basilicata, come il potenziamento dell'acquedotto del Sele Calore. Ci saranno anche sostituzioni di condotte in Liguria, lavori sulle opere di scarico in Sardegna, dalla diga di Maccheronis alla messa in sicurezza del lago d'Idro, in provincia di Brescia. La lista degli interventi è lunga e copre territori da Nord a Sud: finalmente ripartono gli investimenti in tutto il Paese".

Si tratta di un passaggio importante, quello della Corte dei Conti, anche per Paola Deiana e Alberto Manca che chiedono “priorità” per le esigenze della Sardegna, come nel caso della sistemazione del canale adduttore fiume Tirso o della diga di Maccheronis.