News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
07/02/2018 16.45 - PUBLIC POLICY
ENERGIA, OK DA COMMISSIONE UE A 6 MECCANISMI CAPACITY MARKET (TRA CUI ITALIA)-2-

(Public Policy) - Roma, 07 feb -

I meccanismi di regolazione della capacità approvati oggi

I sei meccanismi di regolazione della capacità approvati oggi interessano oltre la metà della popolazione dell'Ue. Coprono diversi tipi di meccanismi adeguati alle specifiche necessità di ciascuno Stato membro, vale a dire riserve strategiche, meccanismi relativi all'intero mercato e misure che promuovono in modo specifico la gestione della domanda.

Riserve strategiche

Nel caso del Belgio e della Germania, la Commissione ha autorizzato il ricorso alle riserve strategiche, le quali permettono di tenere fuori dal mercato dell'energia elettrica una determinata capacità per utilizzarla solo in situazioni di emergenza. Le riserve possono essere necessarie per garantire la sicurezza dell'approvvigionamento quando i mercati dell'energia elettrica sono in fase di transizione e di riforma, e costituiscono un'assicurazione contro il rischio di una grave crisi di approvvigionamento in tali circostanze.

Sia il Belgio che la Germania hanno chiaramente

individuato e quantificato i rischi in materia di sicurezza dell'approvvigionamento da affrontare con le riserve. Nel caso del Belgio, la riserva è necessaria per attenuare i rischi di approvvigionamento dovuti all'elevata dipendenza di questo paese da un parco nucleare vetusto, compreso nel caso dell'energia elettrica importata. Quanto alla Germania, la riserva è necessaria per garantire la sicurezza dell'approvvigionamento durante la riforma del mercato tedesco dell'energia elettrica, attualmente in corso, oltre che per gestire l'uscita dal nucleare.

Entrambe le riserve sono temporanee e saranno eliminate quando sarà risolto il relativo problema di mercato. Infine, le riserve strategiche sono acquisite tramite periodiche gare d'appalto competitive, aperte a tutti i tipi di fornitori di capacità, compresa la gestione della domanda, in modo da garantire una concorrenza effettiva e limitare i costi.

Su tale base la Commissione ha concluso che entrambe le misure sono conformi alle norme dell'Ue sugli aiuti di Stato.

(Public Policy) @PPolicy_News

RED

071644 feb 2018