News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
11/09/2019 12.34 - RADIOCOR
Rifiuti: Confcommercio, Tari +76% su imprese terziario in 10 anni -2-

"Avviare con urgenza azioni", serve riforma fiscalita' locale (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 11 set - Alla luce di questi risultati, Confcommercio auspica che la nuova Arera, Autorita' dell'energia elettrica e del gas che ha assorbito le competenze di regolazione e controllo sul ciclo dei rifiuti urbani, possa intraprendere un dialogo costruttivo con gli operatori e le associazioni imprenditoriali per avviare una riforma complessiva della fiscalita' locale legata alla gestione dei rifiuti. Patrizia Di Dio, membro di Giunta di Confcommercio con delega all'ambiente, propone di 'avviare con urgenza azioni concrete affinche' si limiti la liberta' fino a ora concessa ai Comuni di poter determinare il costo dei piani finanziari includendo voci di costo improprie, come i costi del personale, vincolando gli Enti locali al rispetto di norme di legge come quella che li obbliga a tenere conto dei fabbisogni. Un servizio efficiente di raccolta e gestione dei rifiuti urbani non puo' che portare benefici all'ambiente, ma anche a quell'irrinunciabile esigenza di decoro, di immagine e igiene pubblica che dovrebbe caratterizzare normalmente le nostre citta'. Invece, da anni, registriamo situazioni critiche specialmente in molte citta' del Sud. Pretendere un servizio adeguato non e' solo un'azione a tutela delle imprese ma anche e soprattutto un'azione a tutela di tutti i cittadini e della loro salute. Una citta' libera dai rifiuti, decorosa e pulita non puo' che accrescere quel senso civico che invece si sta perdendo e che rischia di alimentare una pericolosissima deriva culturale'.

bab