News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
21/05/2020 12.35 - PUBLIC POLICY
ECOMAFIE, VIA LIBERA ALLUNANIMITÀ ALLA RELAZIONE SULL'UMBRIA: I CONTENUTI-4-

(Public Policy) - Roma, 21 mag - Sul territorio del Sin opera anche lazienda più importante del territorio, la Acciai speciali Terni (Ast). La commissione ha esaminato alcune questioni, tra cui la vicenda delle infiltrazioni di acqua contaminata nella galleria del Tescino, sottostante la discarica Ast: "a prescindere dagli esiti giudiziari ancora non interamente definiti nel relativo procedimento penale, è emerso che il fondo del sito non ha uno strato impermeabile artificiale omogeneo e non sono disponibili dati sulla tenuta dello strato di base. È stata inoltre approfondita la questione dellinquinamento della falda sottostante agli impianti produttivi di Ast", su cui le acquisizioni della commissione "inducono - si legge ancora nella nota - a sollecitare unattenzione estrema da parte delle pubbliche amministrazioni, degli organismi di controllo, del ministero dellAmbiente, con il necessario coordinamento tra tutti i soggetti competenti".

"Pensando prima di tutto ai cittadini che vivono nelle aree inquinate della regione, con la commissione dinchiesta Ecomafie abbiamo voluto accendere un faro sullUmbria. Il nostro obiettivo - spiega il presidente della commissione Stefano Vignaroli (M5s) - è stato quello di fare luce sulle diverse criticità e su vicende che vanno avanti da troppo tempo, a partire dalla bonifica mai conclusa del Sin di Terni-Papigno. LUmbria ha davanti a sé sfide importanti, dalla rigenerazione ambientale delle aree afflitte da inquinamenti storici alla gestione del ciclo dei rifiuti. Alcune vicende giudiziarie hanno prodotto ritardi strutturali nel ciclo dei rifiuti della regione, che ora vanno affrontati. Serve lelaborazione di una visione di lungo periodo che accompagni la diminuzione dei conferimenti in discarica con un adeguamento impiantistico orientato al riciclo. Mi preme rimarcare come i migliori anticorpi contro lillegalità e le criticità ambientali siano rappresentati dalla corretta ed efficace amministrazione, sia appunto sul fronte della pianificazione, sia su quello del controllo. Un controllo che deve avvenire in unottica di efficacia ed efficienza, oltre che collaborazione e condivisione delle informazioni tra i diversi organi preposti".

(Public Policy) @PPolicy_News

NAF

211234 mag 2020