News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
08/02/2019 13.20 - quotidiano energia
Pdl acqua pubblica, i rilievi del Comitato per la legislazione

Inserire nella Pdl M5S sull’acqua pubblica (A.C. 52) “una delega al Governo volta al coordinamento della normativa introdotta dalla proposta di legge con l'ordinamento vigente” e specificare all'art. 15, comma 4, “le modalità con le quali l’Esecutivo procederà alla definizione della Carta nazionale del servizio idrico integrato e in quale tipologia di atto giuridico tale carta si sostanzierà”.

Sono due condizioni poste nel parere reso dal Comitato per la legislazione di Montecitorio sulla Pdl Daga, attualmente in commissione Ambiente della Camera.

Il Comitato chiede anche di modificare il riferimento al Patto di stabilità interno dell’art. 10, comma 3, perché superato dalla disciplina sull’equilibrio di bilancio della P.A. Infine, occorre “corredare la delega legislativa prevista dall'articolo 17, comma 2, di espliciti principi e criteri direttivi” in materia di imposte di scopo.

Il parere, disponibile in allegato, prevede anche alcune osservazioni: “Specificare, all'art. 8, comma 6, la composizione dell'Osservatorio chiamato a coadiuvare l'ufficio di vigilanza sulle risorse idriche del ministero dell'Ambiente; specificare meglio, all'art. 10, comma 3, le limitazioni di carattere contrattuale cui gli enti di diritto pubblico chiamati a gestire il Sii non saranno assoggettati”. Inoltre, “valuti la Commissione di approfondire il coordinamento tra quanto previsto dall'art. 5, comma 3, in materia di durata delle concessioni di prelievo di acque, e quanto disposto dall'art. 11-quater del DL n. 135 del 2018” sulle concessioni di grandi derivazioni idroelettriche.

Infine, il comma 7 dell'art. 8 reca “una modifica solo implicita” (in tema di regolazione nel settore da passare al Minambiente) dell'articolo 21, comma 19, del DL n. 201 del 2011, “mentre andrebbe utilizzata, in coerenza con il paragrafo 3, lettera a), della circolare sulla formulazione tecnica dei testi legislativi del Presidente della Camera del 20 aprile 2001, la tecnica della novella”.