News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
13/02/2018 15.00 - quotidiano energia
Extra-costi Msd, CdS congela 11,2 mln € di restituzioni

Prosegue la diatriba di fronte alla giustizia amministrativa tra l’Autorità per l’energia e gli utenti del dispacciamento colpiti dai provvedimenti prescrittivi del regolatore.
Il Consiglio di Stato ha accolto la richiesta di sospensiva presentata da Cva Trading in merito alla restituzione di ben 11,2 milioni di euro imposta dall’Arera dapprima con la delibera 489/2017 e poi confermata con la delibera 826/2017. Proprio quest’ultimo provvedimento è stato impugnato da Cva di fronte al Tar Milano, che però ha respinto l’istanza in quanto si trattava di “una determinazione di natura meramente confermativa, essendosi limitata a rilevare l’assenza, nei rilievi della ricorrente, di elementi di novità per rivedere il provvedimento prescrittivo già impartito con la precedente deliberazione 489/2017/E/eel, non tempestivamente impugnata”.
Il CdS ha invece ritenuto di dover consentire “all’appellante di evitare, nelle more della decisione di merito, l’esborso della somma imposta dal provvedimento prescrittivo”, esortando inoltre il Tar a “fissare celermente l’udienza”.
I giudici di appello, diversamente da quanto fatto in un altro caso, hanno però stabilito il deposito da parte di Cva di una fideiussione tale da coprire gli 11,2 mln €. In questa circostanza va rilevato che la stessa società “si è dichiarata eventualmente disponibile a prestare cauzione in forma di polizza fideiussoria – sino all’importo corrispondente alla somma che è stata quantificata in applicazione delle delibere impugnate”.