News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
11/01/2019 00.00 - Mondo Utilities
ASA SpA firma un finanziamento con Intesa Sanpaolo, Banca IMI, BNL e BEI per 87 milioni di euro

ASA SpA, società affidataria del servizio idrico integrato in 32 comuni facenti parte delle province di Livorno, Pisa e Siena, ha sottoscritto lo scorso 18 dicembre un nuovo finanziamento, di tipo project financing, che vede l’intervento di Banca Intesa, Banca IMI e BNL per 65 milioni di euro e di Banca Europea per gli Investimenti (BEI) per 22 milioni di euro. L’operazione di finanziamento strutturato, che non prevede alcun ricorso agli azionisti di ASA SpA, è finalizzata a rifinanziare l’indebitamento esistente, a supportare il fabbisogno finanziario connesso alla realizzazione degli investimenti previsti dal piano di sviluppo della società ed anticipare l’incasso dei contributi pubblici.
ASA SpA gestisce il servizio idrico integrato su un territorio di oltre 360.000 abitanti serviti che include anche isole dell’arcipelago Toscano, quali Elba e Capraia, caratterizzate da una forte scarsità dell’acqua. La società, inoltre, è responsabile del servizio di distribuzione gas nei Comuni di Livorno, Collesalvetti, Rosignano Marittimo, San Vincenzo e Castagneto Carducci.
ASA gestisce circa 1.230 km di rete fognaria, circa 3.500 km di rete idrica, 481 pozzi per un volume di acqua distribuito di circa 26 milioni di metri cubi all’anno. Nel settore gas le reti sono circa 700 km per un volume di gas immesso in rete, nel 2017, pari a circa 90 milioni di metri cubi.
Nel 2017 i ricavi sono stati pari a circa 105 milioni di euro con un margine operativo lordo di circa 20 milioni di euro ed un organico complessivo pari a 471 unità.
Il territorio di competenza di ASA è molto differenziato e presenta caratteristiche che rendono complessa ed onerosa, sotto il profilo tecnico e finanziario, la gestione del servizio idrico integrato. Le maggiori criticità presenti sul territorio servito sono riconducibili alla carenza di fonti idriche naturali, alla forte incidenza turistica, all’agricoltura idro-esigente ed al sottosuolo con elevate percentuali di sostanze potenzialmente inquinanti.
“Il piano degli investimenti approvato dall’Autorità Idrica Toscana a giugno 2018, e poi successivamente approvato anche da ARERA, prevede un importo complessivo di circa 240 milioni di euro nel periodo 2019-2031, di cui oltre 130 milioni di euro dal 2019 al 2023. Gli investimenti sul territorio in cui ASA SpA opera permetteranno di raggiungere importanti obiettivi relativi alla sicurezza degli approvvigionamenti idrici, con la realizzazione di opere strategiche come l’impianto di dissalazione all’Isola d’Elba”, sottolinea l’Amministratore Delegato Ennio Trebino.
La mission dell’azienda”, aggiunge il Consigliere Delegato Alessandro Fino,” è quella di fornire un servizio con i migliori standard di qualità ai cittadini ad un costo sostenibile, assicurando efficienza ed efficacia dei propri processi e le condizioni di accessibilità al bene da parte di tutti. Anche la nuova operazione di finanziamento va in questa direzione”.
Le banche commerciali sono state assistite dallo studio Gianni Origoni Grippo Cappelli per quanto riguarda l’assistenza legale e la società Agenia per quanto riguarda la consulenza tecnica. ASA è stata assistita dallo studio legale LMS nell’operazione di finanziamento con le banche e BEI, assistita dallo studio Legance.