News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
04/04/2019 13.04 - Quotidiano Enti Locali e Pa
Revisione ordinaria delle partecipate, dalla Corte dei conti le istruzioni per l'invio degli atti

La Corte dei conti spiega come trasmettere i provvedimenti di revisione periodica delle partecipazioni societarie al 31 dicembre 2017, obbligo stabilito dall'articolo 20, commi 1-3, del Dlgs 175/2016. Con uncomunicato stampa di ieri, sono arrivate le istruzioni operative. La differenza fondamentale sta nell'essere accreditati all'applicativo Con.te. Infatti, specifica la Corte, le amministrazioni accreditate sull'applicativo Con.Te (Regioni, Città metropolitane, Province, Comuni) devono trasmettere esclusivamente tramite le funzionalità dell'applicativo, già utilizzate per la trasmissione dei documenti istruttori.Le Amministrazioni e gli enti non accreditati sull'applicativo Con.Te (Camere di commercio, Università, Unioni di Comuni, Comunità montane, Consorzi eccetera) devono trasmettere attraverso posta elettronica certificata all'indirizzo intestato alla Sezione territorialmente competente, reperibile sul sito istituzionale della Corte dei conti, o altra modalità concordata con la Sezione. I provvedimenti di competenza della Sezione controllo Enti (organismi assoggettati al controllo stabilito dalla legge 21 marzo 1958 n. 259) devono essere trasmessi tramite posta elettronica certificata all'indirizzo sezione.controllo.enti@corteconticert.it. Quelli, invece, di competenza delle Sezioni riunite in sede di controllo (Amministrazioni dello Stato ed enti nazionali) devono essere attraverso posta elettronica certificata all'indirizzo sezioni.riunite.in.sede.di.controllo@corteconticert.it In conclusione, la Corte conferma l'obbligo di comunicazione dei dati alla struttura di monitoraggio del Dipartimento del tesoro per il tramite dell'applicativo "Partecipazioni" del Portale Tesoro, ove saranno acquisiti sia i dati e gli esiti della razionalizzazione periodica sia le informazioni richieste ai fini del censimento annuale delle partecipazioni e dei rappresentanti in organi di governo delle società e di enti.