News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
10/01/2020 16.41 - RADIOCOR
Hera: Tommasi, dopo operazione Ascopiave abbiamo le forze per fare un bis

Il presidente: pronti a M&A classica o su singole filiere (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 10 gen - Lo schema della joint venture firmata recentemente con Ascopiave, grazie a cui Hera e' diventato il terzo operatore nazionale per clienti elettricita' e gas serviti, 'e' replicabile grazie alla solidita', alle competenze e agli asset del nostro gruppo'. E' quanto dichiara, in un colloquio con Radiocor a commento del nuovo piano industriale al 2023, il presidente esecutivo della multiutility bolognese Tomaso Tommasi di Vignano, secondo il quale 'l'operazione con Ascopiave e' stata vincente per entrambi, perche' sia noi che loro avevamo le caratteristiche che la controparte stava cercando'. 'Abbiamo investito una cifra importante su un'operazione per cui si era mosso tutto il mercato. Per noi Ascopiave rappresentava un completamento importante in un'area come il Veneto in cui crediamo molto. Per l'esperienza che abbiamo maturato con la nostra clientela energy puntiamo a estrarre sinergie importanti, pari a 28 milioni su arco piano', aggiunge il manager. A dicembre Hera ha finalizzato una maxi joint venture con Ascopiave che prevede, semplificando, uno scambio tra gli oltre 700mila clienti energy della societa' veneta (che confluiranno in una newco a controllo Hera e partecipata da Ascopiave) e alcune reti gas della societa' bolognese. Oggi, secondo Tommasi, Hera puo' affrontare 'analoghe operazioni' grazie a una flessibilita' finanziaria che nei prossimi cinque anni 'ci lascia spazio di manovra e flessibilita' per poter cogliere eventuali ulteriori opportunita' di crescita non inserite a piano'. Tra queste non c'e' soltanto l'M&A classica ma anche quella per filiera di business, cioe' verticale - conclude il manager - che attualmente offre opportunita' interessanti, in particolare sull'ambiente.

Che