News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
11/09/2020 00.00 - Quotidiano Energia
Ddl delegazione Ue, via libera a emendamento aree idonee Fer
La proposta di modifica della Lega approvata in XIV commissione del Senato.
Definire le aree idonee all’installazione di impianti Fer anche in base alla disponibilità delle infrastrutture di rete e alle caratteristiche della domanda elettrica nelle aree prese in considerazione. È quanto prevede l’emendamento 5.5 (Arrigoni, Lega) approvato ieri dalla XIV commissione del Senato nell’ambito dell’esame del Ddl 1721, recante la Legge di delegazione europea 2019.?
L’art. 5 del testo, in particolare, riguarda “Princìpi e criteri direttivi per l'attuazione della direttiva (UE) 2018/2001, sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili”, a cui sono stati apportati vari emendamenti nelle scorse settimane. Via libera anche al 20.0.14 testo 2 (Floridia, M5S) che introduce l’articolo aggiuntivo 20-bis, “Principi e criteri direttivi per il recepimento della direttiva (UE) 2019/904 del Parlamento europeo e del Consiglio del 5 giugno 2019, sulla riduzione dell'incidenza di determinati prodotti di plastica sull'ambiente”. Con un emendamento del relatore approvato sempre ieri, infine, al titolo della legge si aggiungere il riferimento anche all’anno 2020. Il Ddl è stato presentato dal Governo in prima lettura al Senato a febbraio con 20 articoli che recano disposizioni di delega riguardanti il recepimento di 33 direttive europee inserite nell’allegato A, nonché l’adeguamento della normativa nazionale a 12 regolamenti Ue. L’articolato contiene inoltre principi e criteri direttivi specifici per l’esercizio della delega relativa a 11 direttive. Tra gli articoli di interesse, oltre al 5, il n. 12 e il n. 19 sul mercato interno dell’energia e sui rischi nel settore elettrico. Gli emendamenti citati sono disponibili in allegato.