News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
07/01/2019 16.00 - quotidiano energia
Idrico, nuove gestioni per Acque Bresciane e Acquevenete

Dall’inizio del 2019 Acque Bresciane ha allargato la gestione del servizio di acquedotto in cinque nuovi Comuni, raggiungendo i 531.000 abitanti serviti totali, mentre Acquevenete è subentrata nel territorio di Adria, il secondo per dimensioni nella provincia di Rovigo.
Nel primo caso di tratta dei Comuni di Capriolo e Padenghe sul Garda, dove fognatura e depurazione sono già in capo ad Acque bresciane, oltre a Rezzato, Remedello e Lozio. Il gestore uscente è Ireti, tranne nel territorio di Lozio dove era attiva una gestione in economia.

“L’investimento e il rispetto dei territori in cui avviene il subentro di gestione, anche solo per un segmento del ciclo idrico, ci incalza a fare sempre meglio e a garantire da un lato l’ approccio tecnico più efficace e, dall’altro, a consolidare la relazioni privilegiate con i sindaci”, spiega in una nota il presidente di Acque Bresciane, Gianluca Delbarba.

Acquevenete, invece, è il nuovo gestore idrico di Adria, che conta 11.000 utenti e 1,5 milioni di mc erogati l’anno. La società ha annunciato un taglio delle bollette del 35% e investimenti nelle reti, come si legge in un comunicato. Il gestore uscente è Acque Potabili.