News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
12/06/2018 15.00 - quotidiano energia
Fico: “Riuscita della presidenza legata a legge sull’acqua pubblica”

Il presidente della Camera, Roberto Fico, torna a parlare di acqua pubblica e a difendere gli esiti del referendum del 2011 a Napoli, intervenendo oggi (12 giugno) a un convegno del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università Federico II.
Si tratta di un tema da tempo seguito da Fico, fin dall’inizio della sua esperienza nel M5S, approfondito anche a maggio in occasione di un incontro con il presidente dell’Arera, Guido Bortoni (QE 31/5).
"Lego la riuscita della mia presidenza all'approvazione di una legge sull'acqua pubblica chiara e definitiva”, ha spiegato la terza carica dello Stato. “Il popolo italiano ha già scelto la strada da seguire nel 2011. Se le istituzioni non approveranno questo provvedimento andranno contro il suo volere”. Quello del servizio idrico, inoltre, “è un concetto culturale fondamentale e attiene alla direzione che vogliamo dare a questo Paese. Così affermiamo che i beni comuni appartengono a tutti, quindi che su questi non si può fare profitto. Le risposte devono arrivare il prima possibile”.
Fico ha annunciato di voler realizzare “una grande riunione con i comitati e i movimenti che si occupano di acqua pubblica. Ci incontreremo alla Camera per comprendere e valutare lo stato dell'arte”. Nel contratto con la Lega “c’è l'acqua pubblica, quindi bisogna andare avanti fino alla fine. È un obiettivo che il Governo si è posto e che si deve porre anche il Parlamento”.
Al suo arrivo alla Federico II di Napoli il presidente ha incontrato, tra gli altri, il padre comboniano Alex Zanotelli, storico esponente delle battaglie per “l’acqua bene pubblico”.
Su Il Fatto quotidiano, infine, Alberto Lucarelli (docente di Diritto pubblico alla Federico II e redattore dei quesiti referendari contro la privatizzazione dell’acqua) ha chiesto a Fico di rilanciare la commissione Rodotà sui “beni comuni” nata nel 2007 e approvare una legge che attui il referendum del 2011.