News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
16/07/2019 13.40 - quotidiano energia
Italia-Cina, intese su biometano ed e-car

C’è anche l’energia tra i settori interessati da un serie di intese commerciali tra Italia e Cina che sono state firmate ieri a Roma. A Palazzo Chigi il ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio ha incontrato il segretario del partito comunista della città di Tianjin, Li Hongzhong, per un colloquio bilaterale.

Tra i sette accordi firmati c’è anche quello tra il gruppo Sorgente e China Tianchen engineering corporation per la costruzione di fabbriche di biometano. In tema di mobilità, invece, è da segnalare l' intesa per il design e lo sviluppo di un veicolo elettrico “innovativo” tra Studio Torino e Tianjin ICONIQ New Energy Vehicle e quella, per la realizzazione nel settore della componentistica automotive, che coinvolge Magna Steyr Italia e la stessa azienda cinese.

Come sottolinea una nota del Mise, la visita di Li Hongzhong segue quella in Italia del presidente cinese Xi Jinping avvenuta lo scorso marzo, nel corso della quale furono firmate dai due Governi diversi accordi, come quello sulla “Belt and Road Initiative”, e il successivo viaggio del premier Giuseppe Conte, che ad aprile ha partecipato a Pechino al secondo forum sulla “Nuova Via della seta”.

L’obiettivo dell’incontro – spiega il Mise - è quello di “valorizzare e potenziare gli scambi commerciali” con la Cina e, in particolare con aree diverse, da quelle tradizionali di Pechino e Shanghai, come la città di Tianjin. Nei prossimi mesi “sono, inoltre, in programma numerose missioni di enti provinciali cinesi in Italia per intensificare la collaborazione tra le istituzioni dei due Paesi”.
Le sette intese commerciali – conclude il ministero – hanno un valore potenziale di 500 milioni di euro.