News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
05/06/2019 00.00 - Mondo Utilities
GRUPPO CVA IN CONTINUO MIGLIORAMENTO

Utili in crescita ed esempio di legalità

Al via nuovi progetti di sostenibilità e di gestione del rischio

 

Sono molti i risultati positivi che il Gruppo CVA sta raccogliendo in questo periodo, a partire dai

risultati di bilancio, passando per il rating di legalità al massimo livello, fino alla redazione del primo

bilancio di sostenibilità e all’avvio di un progetto di revisione ed evoluzione della gestione del rischio.

 

Il 2018 si è infatti rivelato un anno molto positivo, in base ai dati del bilancio consolidato 2018 e del

progetto di bilancio della sola CVA approvati dal Consiglio di Amministrazione e che saranno

sottoposti all’Assemblea degli Azionisti a fine giugno.

 

Dall’analisi dei numeri del Gruppo, si evidenzia infatti come dal conto economico emerga un

margine operativo lordo (EBITDA) di quasi 141 milioni di Euro in incremento di oltre 20 milioni di

Euro (il 16,6%) rispetto al risultato dell’anno precedente (121 milioni di Euro). L’utile netto di

pertinenza del Gruppo in forte crescita, pari a circa 62,7 Milioni di Euro (aumentato di circa 21

milioni di euro, oltre il 50%, rispetto ai 40,7 milioni di Euro del 2017), dopo aver accertato imposte

sul reddito per oltre 26 milioni di Euro.

 

Nel 2018 il Gruppo ha versato alla Regione Autonoma Valle d’Aosta e ai comuni interessati dagli

impianti, a titolo di diritti di utilizzo delle acque a fini idroelettrici, quasi 33 milioni di euro.

 

Commentando i risultati, l’Amministratore Delegato Enrico De Girolamo afferma: “siamo molto

soddisfatti degli importanti miglioramenti in tutti i fondamentali rappresentativi della situazione

tecnica, economica, finanziaria e patrimoniale del Gruppo a conferma dell’ottimo lavoro svolto

grazie al livello di competenza e di esperienza maturato dal nostro personale a tutti i livelli. Tale

situazione ci rende ottimisti sulle potenzialità che l’Azienda potrà esprimere per cogliere le

eccezionali opportunità di crescita che si stanno delineando per le aziende del nostro settore”.

 

Il Presidente Marco Cantamessa commenta inoltre: “l’azienda non solo è cresciuta sul versante

economico e finanziario, ma si è fortemente impegnata a progredire dal punto di vista dei modelli

gestionali, così da assicurare un impatto sempre più positivo nei confronti di tutti i suoi stakeholder”.

 

In questo ambito, lo scorso 27 maggio CVA ha ricevuto dall’Autorità Garante della Concorrenza e del

Mercato il massimo punteggio conseguibile nel riconoscimento del rating di legalità aziendale, con

l’attribuzione di tre stellette. Il rating di legalità è un riconoscimento sviluppato dall’AGCM,

conferito alle aziende che operano secondo i principi della legalità, della trasparenza e della

responsabilità sociale. Questo riconoscimento varia da un minimo di una “stelletta” a un massimo

di tre “stellette” ed è attribuito sulla base delle dichiarazioni delle aziende, che vengono verificate

tramite controlli incrociati con i dati in possesso delle pubbliche amministrazioni interessate. In

particolare, la prima “stelletta” viene assegnata a quelle imprese che rispettano le norme vigenti,

mentre la seconda e la terza sono concesse in modo graduale a fronte di comportamenti virtuosi,

che favoriscono la cultura della legalità all’interno dell’impresa. Già nel biennio 2016-2018 CVA

aveva ottenuto il rating di legalità con il punteggio di due “stellette”, che quest’anno sono state

aumentate a tre, ovvero il più alto conseguibile; anche in tale ambito si evidenzia pertanto una

tendenza al miglioramento continuo, che caratterizza l’operato dell’azienda. In tal senso, ad oggi,

solo poco più del 6% delle oltre seimila aziende italiane cui è stato attribuito il rating di legalità

hanno ottenuto il punteggio massimo di tre “stellette”.

 

Sempre in termini di responsabilità aziendale, il Gruppo CVA dai primi mesi del 2019 ha avviato un

progetto che prevede l’adozione di una struttura di Enterprise Risk Management (ERM), volta a

consentire l’identificazione, la misurazione, la gestione e il monitoraggio dei principali rischi ai quali

il Gruppo CVA è esposto. Il progetto ERM costituisce uno strumento di supporto al Management

nell’affrontare al meglio e rapidamente gli eventuali rischi aziendali.

 

Infine, il Gruppo sta per pubblicare il suo primo Bilancio di Sostenibilità, con il coinvolgimento attivo

dei suoi principali stakeholder. Questo Bilancio, in accordo con linee guida internazionali, rendiconta

il rapporto tra le prestazioni economiche dell’azienda e il loro impatto sociale ed ambientale

derivante dalla propria attività, oltre che il rispetto dei diritti umani e la lotta contro la corruzione.

Nonostante non sia al momento un soggetto obbligato, il Gruppo CVA ha volontariamente deciso di

intraprendere questo percorso di rendicontazione, che consentirà di valorizzare l’impegno e i

risultati già raggiunti, ma anche di porre le basi per la definizione di una strategia di sostenibilità a

360°.