News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
27/09/2019 12.48 - quotidiano energia
Nuovo direttore Acer, Poletti: “Pieno sostegno dei regolatori nazionali”

“Zinglersen può contare sul pieno sostegno delle autorità di regolazione nazionali, che sono il cuore della struttura di Acer e il cui contributo è vitale per il lavoro dell’Agenzia”. La presidente del consiglio dei regolatori di Acer e componente del collegio dell’Arera, Clara Poletti, ha commentato così la designazione del danese Christian Zinglersen a presidente dell’Agenzia.


“Con l’attuazione del nuovo Clean Energy Package, Acer giocherà un ruolo ancor più importante nella regolazione energetica europea e, in tale contesto, siamo ansiosi di lavorare con il nuovo direttore verso una sempre maggiore cooperazione delle autorità di regolazione con l’Agenzia, con benefici per i consumatori di tutta l’Unione”, ha aggiunto Poletti.

“Il ruolo del nuovo direttore sarà cruciale per garantire l’adempimento delle crescenti responsabilità dell’Agenzia a seguito del Clean Energy Package e la sua efficacia nel contribuire allo sviluppo ed evoluzione del mercato interno dell’energia dato l’aumento dei flussi transfrontalieri e della produzione da rinnovabili, che pongono nuove sfide e richiedono una forte integrazione in un momento di vincoli di bilancio per l’Agenzia”, ha dichiarato la presidente del consiglio di amministrazione di Acer, Romana Jordan.

La nota che ufficializza la designazione di Zinglersen, anticipata ieri da Quotidiano Energia, precisa che il nuovo direttore di Acer è stato scelto giovedì dal consiglio di amministrazione dell’Agenzia dopo l’opinione favorevole del consiglio dei regolatori. Prima della nomina, Zinglersen sarà invitato in audizione presso la commissione Itre dell’Europarlamento.

Il mandato del nuovo direttore di Acer avrà una durata di cinque anni (rinnovabile una sola volta per un altro quinquennio), a decorrere però dal 1° gennaio 2019.

Zinglersen, già professore alla Facoltà di Legge dell’Università di Copenaghen, è al momento a capo del segretariato Clean Energy Ministerial dell’Aie e in precedenza ha lavorato per il ministero dell’Energia danese. Succede ad Alberto Pototschnig, che “è stato il primo direttore di Acer e strumentale alla creazione e alla guida dell’Agenzia negli ultimi nove anni e all’adempimento dei suoi ampi e crescenti compiti”, sottolinea la nota, aggiungendo che “grazie al suo lavoro pionieristico e leadership, assieme al contributo fondamentale delle 28 autorità di regolazione nazionali, il successo dell’Agenzia è stato largamente riconosciuto”.