News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
16/05/2018 15.00 - quotidiano energia
Strategia sviluppo sostenibile, in G.U. la delibera Cipe

È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 15 maggio la delibera Cipe 22 dicembre 2017 di approvazione della Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile (QE 16/3).
Nel dettaglio, si prevede che “la quantificazione degli obiettivi numerici al 2030 e le ulteriori definizioni delle iniziative volte all'attuazione della strategia, nonché l'individuazione di metodi condivisi per il monitoraggio e per la valutazione del contributo delle politiche attuali e future al loro raggiungimento”, siano individuati in un ulteriore documento proposto dal Minambiente di concerto con i ministeri competenti per materia.
Quanto disposto da questo nuovo atto, però, dovrà essere realizzato “nell'ambito delle risorse disponibili agli scopi a legislazione vigente, nel rispetto degli obiettivi di finanza pubblica e in coerenza con i documenti programmatici del Governo e con gli altri documenti strategici e programmatici di settore”.
A partire dal 2018, inoltre, il Minambiente dovrà riferire al Cipe entro il 31 dicembre di ciascun anno “sugli esiti della rendicontazione e del monitoraggio delle azioni intraprese e sui risultati ottenuti”.
Il Ministero dovrà poi costituire un tavolo con Regioni, Mef e altri dicasteri interessati, “ai fini dell'affinamento dei contenuti della strategia e per l'identificazione delle necessarie azioni di coordinamento, anche tramite la predisposizione di una piattaforma informatica dedicata che costituisca, inoltre, il supporto informativo per il monitoraggio della strategia medesima”.
Nell’ambito dell’attuazione della Strategia, infine, il ministero dell’Ambiente ha pubblicato un bando da 400.000 euro che sostiene “attività e iniziative finalizzate alla divulgazione e alla sensibilizzazione sui temi dello sviluppo sostenibile e/o dell’economia circolare”, rivolto ad associazioni, cooperative e imprese.
La delibera Cipe, la Strategia nazionale e il bando del Minambiente sono disponibili in allegato sul sito di QE.