News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
19/07/2019 17.34 - RADIOCOR
Utility: per piemontese Egea ricavi a 781 mln, avvocato Gitti entra in cda

Il fatturato sale del 24%, utile netto di 5,3 milioni (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 19 lug - Un fatturato di gruppo in aumento del 24% a 781 milioni (grazie all'ampiamento del perimetro di consolidamento), un mol che sfiora 34 milioni (+23%) e un utile netto di 5,3 milioni, a fronte di una posizione finanziaria netta di 141 milioni e di investimenti nel periodo pari a 22 milioni (+32%). E' questo in estrema sintesi il bilancio 2018 di Egea, multiutility piemontese con sede ad Alba, controllata dalla famiglia Carini (e guidata da Pierpaolo Carini), che presenta un azionariato misto pubblico-privato, visto che annovera nella compagine sociale anche Comuni, Casse di Risparmio e imprese di spicco del territorio. Escluse le Big Four (A2A, Hera, Iren e Acea), Egea e' tra le prime multiutility italiane e due anni fa ha siglato una partnership con il fondo internazionale Icon Infrastructure per aumentare la propria capacita' d'investimento su due settori chiave come il teleriscaldamento (dove e' prima nel Paese per Comuni serviti e quarta per volumi) e la distribuzione gas in vista delle gare d'ambito. Nella serata di ieri, a valle dell'assemblea dei soci, il consiglio di sorveglianza ha nominato il nuovo consiglio di gestione, sempre presieduto da Carini, in cui ha fatto il proprio ingresso il noto avvocato Gregorio Gitti, esperto di diritto societario, che ha seguito da consulente in passato diversi dossier caldi della finanza bresciana, tra cui la fusione tra Aem Milano e Asm Brescia, che ha poi dato vita ad A2A.

Che