News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
11/11/2019 12.36 - RADIOCOR
Gas: Confindustria, strategico per futuro, in 2040 seconda fonte dopo rinnovabili -2-

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 11 nov - L'analisi di Confindustria e Nomisma Energia ricorda che il gas naturale e' un combustibile fossile pulito per eccellenza: se comparato con il carbone per la generazione elettrica emette il 50% di CO2 in meno, il 90% di CO in meno. Nel 2017 il combustibile piu' impiegato ai fini energetici al mondo e' stato il petrolio con 5 miliardi di tep (4.964 Mtep), seguito dal carbone con 4 miliardi, mentre il gas naturale si trova al terzo posto (3,2 miliardi di tep), sopra alle energie rinnovabili (2 miliardi di tep) e al nucleare (0,7 miliardi di tep). Quanto al gas, i primi quattro Paesi piu' dotati di tale risorsa, appartengono a due macro aree: Ex Urss e Medio Oriente. Nel 2017 la quota di mercato della Russia ha raggiunto il valore record del 43% sulle importazioni europee di gas (da Paesi extra-UE), nonostante le sanzioni commerciali adottate a partire dal 2014, arrivando a soddisfare il 31% della domanda dell'Unione. Tale dipendenza potrebbe essere destinata a crescere. Secondo l'analisi "e' fondamentale avviare una riflessione seria, a livello comunitario, sull'opportunita' di diversificare la geopolitica degli approvvigionamenti europei e migliorare la competitivita' del mercato tra i fornitori. Il contesto geopolitico attuale, caratterizzato da instabilita' politica nel Nord Africa, dalla guerra al terrorismo nel medio oriente e da tensioni sull'asse Russia-Ue-Usa, ci obbliga a riflettere sul tema della sicurezza energetica del nostro Paese e dell'Europa in genere. Per Pasini "E' arrivato il momento che l'Europa assuma delle decisioni per la sua stessa sopravvivenza e punti a rafforzare e finanziare alcune infrastrutture energetiche. Mentre la Germania sta completando il raddoppio del Nord Stream da 55 a 110 miliardi di metri cubi anno, l'Italia deve rafforzare gli sforzi sulla realizzazione del Corridoio Sud, che ancora manca, nonostante se ne parli da anni. Il Tap ha avuto il via libera dal Governo solo a fine 2018 e altri progetti come sono autorizzati e in via di sviluppo'.

com-Ale