News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
11/11/2019 12.35 - RADIOCOR
Gas: Confindustria, strategico per futuro, in 2040 seconda fonte dopo rinnovabili

Pasini: Italia paga 2 euro/MW in piu', servono infrastrutture (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 11 nov - La transizione low carbon implica la necessita' di coniugare le esigenze di sostenibilita' ambientale con la garanzia di un approvvigionamento energetico sicuro, competitivo e stabile nel tempo. Per questo il gas naturale puo' essere uno dei protagonisti del futuro sistema energetico. L'analisi condotta da Confindustria in collaborazione con Nomisma Energia, presentata oggi, evidenzia come il basso impatto ambientale e l'elevata flessibilita' ne fanno il principale alleato delle fonti rinnovabili nella sostituzione dei combustibili fossili maggiormente inquinanti. Le proiezioni considerano al 2040 un incremento di tutte le fonti energetiche ad eccezione del carbone, in quanto piu' inquinante. In tale prospettiva il gas naturale potrebbe divenire la seconda fonte energetica piu' impiegata, con un incremento del 40% dei volumi mondiali, segnala l'analisi. E l'Italia assume una evidente importanza, dovuta alla sua strategica posizione geografica e ai suoi collegamenti con i fornitori esteri. 'Sul fronte della competitivita' l'Italia sconta oggi un differenziale sul prezzo del gas naturale nel mercato rispetto al Nord Europa maggiore di circa 2 euro/MWh che determina una perdita di competitivita' per le imprese nazionali" ha commentato Giuseppe Pasini, presidente del gruppo tecnico energia di Confindustria. "Occorre azzerare tale differenziale attraverso interventi infrastrutturali e misure regolatorie. Il nostro paese puo' rappresentare, inoltre, lo snodo che consentirebbe di diversificare le rotte di approvvigionamento, evitando di consegnare il destino dell'Europa nelle mani di un solo paese".

com-Ale