news

3/05/2016 (Quindici) - PATTO PER LA CAMPANIA, RISORSE PER IDRICO E RIFIUTI

Anche la gestione delle risorse idriche e la gestione dei rifiuti, in particolare gli interventi che consentiranno il superamento delle procedure di infrazione comunitarie, fanno parte del “Patto per lo sviluppo della Regione Campania” firmato nei giorni scorsi dal presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, presso la Prefettura di Napoli. Si tratta del primo dei Patti firmati in Italia e assegna alla Campania risorse per 9,5 miliardi di euro fino al 2020; per il 2016-2017 sono già avviate le procedure e le progettazioni per oltre 2,7 miliardi. Gli assi di intervento riguardano infrastrutture, ambiente, sviluppo economico e produttivo, scuola, università e lavoro, turismo e cultura, sicurezza e cultura della legalità.
L’asse Ambiente - che include gli interventi per la gestione delle risorse idriche, la tutela idrogeologica, la bonifica del territorio e la gestione dei rifiuti - prevede interventi complessivi per circa 2,3 miliardi di euro. Le parti si impegnano affinché negli ambiti o bacini territoriali ottimali in cui si debba ancora ottemperare agli adeguamenti previsti dallo Sblocca Italia, venga accelerato l’avvio delle procedure di affidamento del servizio idrico integrato, tenendo conto che è ormai scaduto il termine perentorio per provvedervi, fissato al 30 settembre 2015; gli affidamenti dovranno essere disposti in conformità con la normativa vigente dall’Ente idrico della Campania, in via di costituzione.


Altre notizie su Quindici.