news

23/06/2016 - (Ansa) - Al via alleanza globale sindaci Ue-Onu su lotta per clima

Al via a Bruxelles la più grande alleanza globale di sindaci uniti nella lotta ai cambiamenti climatici, con l'obiettivo di realizzare l'accordo di Parigi raggiunto alla Cop21. Si sono infatti fusi in un'unica entità il gruppo di primi cittadini europei impegnatisi in iniziative a sostegno del clima, tra cui ci sono anche 3.136 comuni italiani, il 'Covenant of Mayors' Ue, e quello dell'Onu, il 'Compact of Mayors'. Si arriva così a una 'forza di fuoco pro-clima' di 7.100 città su 119 Paesi nei 6 continenti, per un totale di oltre 600milioni di abitanti, pari a più dell'85% della popolazione mondiale.
La nuova iniziativa, ribattezzata "Global Covenant of Mayors per il clima e l'energia", il cui segretariato avrà sede a Bruxelles, fornirà una piattaforma comune per la condivisione di dati, buone pratiche e nuove esperienze, permettendo così di compararle tra di loro e renderle pubblicamente disponibili.
Renderà inoltre più facile la partecipazione delle città, permettendo loro di concentrarsi meglio su un singolo obiettivo di rilevanza sia locale che globale. Un sito internet ad hoc verrà lanciato a gennaio dell'anno prossimo.
"Combattendo insieme questa battaglia possiamo veramente fare la differenza", ha dichiarato dopo la firma dell'intesa l'ex sindaco di New York e attuale inviato speciale Onu per il clima e città Michael Bloomberg, "perché uno più uno fa più di due".
"Oggi uniamo le nostre forze", ha dichiarato a sua volta volta il vicepresidente della Commissione Ue per l'Unione dell'energia Maros Sefcovic, ricordando che la forza dell'iniziativa nasce dal fatto che "i leader regionali e locali spesso sono alla guida" dei processi, "dal basso verso l'alto e vicino ai cittadini".
"Se c'è una lezione che ho imparato dai 21 anni che ci sono voluti per arrivare a un accordo sul clima", ha aggiunto la segretaria dell'Unfccc Christiana Figueres, "è che le cose vanno fatte insieme", e i sindaci, ha aggiunto il vicesindaco di Parigi che ha ospitato la Cop21 Patrick Klugman, "sono ora gli attori principali della lotta al cambiamento climatico".