news

25/10/2016 (Quindici) - LEGGE DI BILANCIO: ECOBONUS PER EFFICIENZA, DISSESTO E PREVENZIONE

Super agevolazione per coibentare i condomini con l’ecobonus che finora ha finanziato le riqualificazioni energetiche degli edifici e che crescerà fino al 70% nel caso in cui i condomini mettano in campo interventi sull' involucro dell’edificio, cioè il cosiddetto «cappotto termico». La detrazione dall' Irpef dei costi sostenuti salirà addirittura fino al 75% se i lavori nell' immobile comporteranno un miglioramento della prestazione energetica inverno-estate.
È quanto prevede la manovra licenziata nei giorni scorsi dal Consiglio dei Ministri, ora al vaglio della Commissione Ue. La disposizione estende l'ecobonus anche agli alberghi e consente di incassare sgravi fiscali per le spese di riqualificazione energetica, riscaldamento-condizionamento, installazione di pannelli solari, sistemi di domotica e nuovi infissi. La dotazione prevista per finanziare questo genere di interventi ammonta a 3 miliardi di euro; la manovra ha infatti stabilizzato fino al 2021 l'ecobonus.
La manovra ha rifinanziato anche il bonus per il contrasto al dissesto idrogeologico; il governo prosegue quindi nell' erogazione del piano di spesa di 7 mld di euro in sette anni. Per il 2017 ci saranno a disposizione 50 mln di euro, mentre, per il 2018, la dote salirà a 150 mln.
La detrazione contro i terremoti sarà compresa tra il 50% e l' 85% dei costi sostenuti per adeguare a criteri antisismici gli edifici presenti in zone ad alto rischio sisma. In particolare, salirà al 70% o all' 80%, in base alla classe di rischio guadagnata dall' immobile a seguito degli interventi. E si porterà all' 85% se i lavori interesseranno un condominio intero. Il tetto di spesa fino a cui si potrà godere della detrazione sarà di 96 mila euro a intervento.
La legge di bilancio finanzierà anche interventi ambientali, per un ammontare complessivo di 2 mld, attinti dai fondi Ue di sviluppo e coesione: alle bonifiche 826 milioni; alla difesa suolo 274 mln; per risorse idriche e depurazione 606 milioni; gestione rifiuti 135 mln; all' efficienza energetica 102 milioni; infine, per la protezione di natura e mare 14 milioni.
Altri 37 mln di euro verranno sbloccati nel 2017 per i cosiddetti interventi di mobilità sostenibile, cioè per la costruzione di piste ciclabili, ciclovie e cammini naturalistici.
C' è poi il grande capitolo di Industria 4.0, che la manovra apre nel 2017 per finanziare anche investimenti in economia circolare, efficienza energetica e filiere green. Gli strumenti qui sono relativi ad ammortamenti e superammortamenti per sostenere gli investimenti innovativi.


Altre notizie su Quindici.