news

8/02/2017 (AdnKronos) - ENERGIA: FREE, SU EFFICIENZA RITARDO DA COLMARE IN ITALIA

"La revisione della direttiva sull'efficienza negli edifici fa riferimento ai nuovi obiettivi climatici al 2030 e agli scenari di decarbonizzazione a metà secolo e parte dalla constatazione che, mentre nella nuova edilizia si sta andando rapidamente verso costruzioni 'nearly zero energy', c'è un generale ritardo nella riqualificazione dell'edilizia esistente". E' questo uno dei passaggi chiave dell'audizione del Coordinamento Free, fonti rinnovabili ed efficienza energetica presso la X Commissione del Senato relativo alle proposte di modifica delle direttive sull'efficienza energetica e sull'efficienza negli edifici, che sono parte del Winter package della Commissione europea.
"La modifica della Direttiva su Efficienza Energetica (EED) all'articolo 1 introduce un obiettivo vincolante di miglioramento dell'efficienza energetica del 30% per il 2030. L'obiettivo di miglioramento al 2030 del 30% (che si ritiene, come anche indicato dal Parlamento europeo, poco coraggioso) è comunque da considerarsi critico per il nostro Paese anche sulla base delle ultime disposizioni legislative (cfr. Milleproroghe 2017 con il posticipo della quota Fer in edilizia e il rinvio della riforma degli oneri generali di sistema dell'energia elettrica per i clienti non domestici)".