news

15/03/2017 (Ansa) - Energia: Calenda, ok a strategia nazionale per inizio maggio

"Conto tra la fine di aprile e l'inizio di maggio di avere la strategia energetica nazionale approvata e contemporaneamente fare un decreto che porti in campo alcuni strumenti di cui abbiamo bisogno subito, in particolare la nuova normativa 'energivori'" e "il corridoio di liquidità". Così il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, intervenendo all'evento 'Going to G7 Energy'. Il ministro sottolinea come la strategia energetica nazionale sia il "terzo pilastro" che completa il quadro insieme "alla parte dell'internazionalizzazione", che è "già in piedi con il piano Made in Italy", e al progetto "Industria 4.0", anche questo lanciato.
I capisaldi della strategia energetica nazionale stanno, spiega Calenda, nel "raggiungere gli obiettivi molto sfidanti di riduzione delle emissioni che derivano dai trattati internazionali". Per Calenda "dobbiamo farlo in sicurezza energetica, quindi degli approvvigionamenti, in particolare della rete, e sviluppando settori industriali". Probabilmente, aggiunge, "gli obiettivi di riduzione delle emissioni oggi si hanno più sull'efficienza energetica che incentivando le rinnovabili, ma questo significa lavorare sull'edilizia, sulla ristrutturazione degli edifici secondo canoni di efficienza energetica in modo più stingente di quello che abbiamo fatto fino ad oggi. E lavorare anche sul parco circolante di autovetture". Quanto alla possibilità di una 'carbon tax' su base Ue, per il ministro "a livello europeo non ce la dobbiamo aspettare". E spiega: "Noi abbiamo oggi uno strumento che è quello del capacity market che deve qualificare in maniera significativa la generazione e anche metterla in sicurezza", poi "se questo non bastasse si può considerare di fare un provvedimento a livello nazionale".