AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Torna alla rassegna
09/11/2018 - Il Mattino di Padova
Etra, indagine appalti Pure la Corte dei Conti vuole vederci chiaro

cittadella
La Guardia di Finanza torna a visitare la sede della società e setaccia le gare a cui ha partecipato Ambiente Veneto srl
Cristina Genesin / cittadella Su delega della procura della Corte dei Conti del Veneto, la Guardia di Finanza è tornata negli uffici amministrativi di Etra a Cittadella. a caccia di documentiObiettivo delle Fiamme Gialle: acquisire altri documenti relativi alle gare cui ha partecipato la società Ambiente Veneto srl di Piazzola e ai contratti perfezionati con la stessa ditta. Documenti che comprendono un arco temporale tra il 2012 e il 2016. Presidente del consiglio di amministrazione di Ambiente Veneto srl è Alberto Dalla Pozza; mentre nel cda siede Michela Boron, sorella del consigliere regionale della Lega Nord Fabrizio Boron, attuale presidente della commissione Sanità. Ambiente Veneto aveva gestito la raccolta rifiuti nei Comuni della cintura padovana per conto della multiutility. E aveva incassato una serie di proroghe a partire dal 2012 al 2016: un servizio pagato da Etra un milione e 300 mila euro.troppe prorogheÈ a partire dal 2016 che la Guardia di Finanza sta acquisendo tutti gli atti di proroga degli appalti di servizi ambientali varati da Etra, spa di cui sono proprietari i 75 Comuni soci del Padovano, Vicentino e del Trevigiano. La multiutility è specializzata nell' erogare servizi pubblici nel settore rifiuti, idrico e dell' energia. Il 24 settembre la procura regionale della Corte dei Conti ha contestato al direttore Marco Bacchin, al responsabile dell' Ufficio appalti Pompeo Leonardo Pieretti e al coordinatore dell' Ufficio gestione Daniele Benin un danno erariale di 1.532.291,33 euro fatto derivare dal maggior prezzo pagato in seguito alle costanti proroghe degli appalti prossimi a scadere con clausole sfavorevoli per Etra. La procura ordinaria di Padova ha due filoni d' inchiesta. Uno, in particolare, per istigazione alla corruzione da parte di Ezio Targhetta (ex presidente Asi) nei confronti del presidente di Etra, l' avvocato Andrea Levorato, che ha presentato denuncia. --