AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Torna alla rassegna
12/10/2018 - Il Resto del Carlino (ed. Reggio Emilia)
Sindacati all' attacco sugli appalti «Da Iren chiusura al confronto»

Esplosione mortale, delusione di Cgil, Cisl e Uil dopo l' incontro
di ALESSANDRA CODELUPPI TRE ORE di faccia a faccia, ma alla fine le posizioni restano distanti. I sindacati accusano Iren: «C' è totale chiusura rispetto al confronto sugli appalti nelle strutture reggiane e verso un approfondimento delle procedure di sicurezza in caso di compresenza di più imprese in appalto e di lavoratori diretti di Iren». Il confronto tra Cgil, Cisl e Uil e la multiutility, ieri nella sede della Iren di via Nubi di Magellano, era stato chiesto dai rappresentanti dei lavoratori dopo l' infortunio sul lavoro costato la vita a Silvio Sotgiu, 42 anni, colpito in pieno martedì mattina dallo scoppio di un silos in via Gonzaga, dentro l' area di Iren. «ABBIAMO manifestato l' accresciuta preoccupazione delle maestranze su tutta la filiera del controllo del lavoro sia diretto, fatto dai dipendenti di Iren, sia delle imprese in appalto - scrivono i sindacati -. C' è una legittima e pressante richiesta di chiarimenti che proviene da tutti i settori di Iren e che ci ha portato a indire assemblee informative per il sito di via Gonzaga già il 19 ottobre». Sotgiu lavorava per una ditta, la Pellicciari - che aveva l' appalto da Iren - per conto della quale facendo manutenzione al silos che, esplodendo, ha causato la sua morte. I vigili del fuoco stanno facendo verifiche: nel silos sono state trovate tracce di materiali infiammabili che, a un primo riscontro, non avrebbe dovuto contenere e che hanno sviluppato il gas che ha portato allo scoppio. Il pm Giulia Stignani ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. CGIL, CISL E UIL denunciano: «Alle domande, in presenza dei responsabili della sicurezza di area e del gruppo, nonché del direttore degli impianti e dei referenti delle relazioni sindacali, non è seguita alcuna risposta». I sindacati «vogliono capire le ragioni che hanno portato un' azienda a maggioranza pubblica a un uso così ingente delle esternalizzazioni, impedire ulteriore frammentazione del lavoro e mettere al centro della discussione i problemi della sicurezza». Scrivono che «da mesi è aperto un confronto con Iren sulla definizione di un protocollo sugli appalti, che sarà discusso il 17 ottobre a Milano, sulla necessità di definire regole sui capitolati dei bandi di gara e regole sulla filiera degli appalti e dei subappalti». «Insoddisfatti» per l' esito del confronto con Iren, Cgil, Cisl e Uil vanno in pressing sui Comuni: «Chiederemo un incontro alla proprietà pubblica - sindaci che detengono quote e che compongono il patto di sindacato - per porre gli stessi quesiti, oltreché per riportare la discussione nella trattativa nazionale in corso». © RIPRODUZIONE RISERVATA.