AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Consulta la rassegna
01/08/2020 - LA REPUBBLICA (ED. FIRENZE)
Un' estate persa ma le associazioni saranno "risarcite"

Il Comune soccorre con un fondo di 300 mila euro gli enti che avrebbero dovuto organizzare spettacoli e concerti in città
di Fulvio Paloscia Il Comune soccorre le associazioni culturali coinvolte nell' organizzazione dell' Estate Fiorentina con un fondo di emergenza di 300 mila euro, a cui si aggiungono 20 mila euro di Publiacqua. Lo ha istituito, con una delibera approvata giovedì, l' assessore alla cultura Tommaso Sacchi: « Fin dall' inizio del lockdown - spiega - ci è sembrato urgente creare nuove misure di supporto a un settore gravemente colpito dal Covid. La crisi economica e finanziaria che è derivata da quella sanitaria ha però bloccato le linee di finanziamento già previste per l' Estate Fiorentina 2020 e quindi per aiutare gli operatori abbiamo dovuto ricorrere a strumenti nuovi». I 320 mila euro saranno suddivisi tra le associazioni che hanno contribuito al successo dell' edizione 2019 dell' Estate. « L' amministrazione - prosegue Sacchi - vuole dare un segnale in questo difficile periodo storico a tutti quei soggetti che hanno contribuito al raggiungimento di quel significativo risultato, e che rappresentano per il Comune un prezioso tessuto culturale, meritevole di essere sostenuto». Da lunedì 3 agosto sarà disponibile il bando - https://servizionline.comune. fi.it/fondoemergenzacultura, scadenza il 15 settembre - che distribuirà i 320 mila euro secondo precisi criteri: i soggetti devono avere sede legale a Firenze, devono aver sostenuto spese generali uguali o superiori a 1.000 euro durante l' emergenza Covid da febbraio di quest' anno, devono avere avuto un minimo di un dipendente in almeno 60 giorni di pandemia e devono aver programmato iniziative nell' ambito dell' Estate Fiorentina. Se le domande fossero superiori al budget disponibile, la somministrazione dei 320 mila euro (è previsto un massimale di 2500 euro per associazione, secondo i criteri a cui ogni realtà risponderà) verrà riproporzionata, lo stesso se le domande presentate dovessero essere inferiori rispetto alla cifra disponibile. I 300 mila euro comunali del fondo emergenza corrispondono a circa un terzo dei finanziamenti erogati da Palazzo Vecchio all' Estate prima del Covid: « Quella di oggi non è una cifra risolutiva, certo, ma un sostegno concreto per cercare di ristabilire lo stato di salute del mondo culturale fiorentino. Considerando anche i fondi messi a disposizione da Fondazione Cr Firenze, Città metropolitana, Publiacqua, per gli operatori del settore arriverà una boccata d' ossigeno per oltre due milioni e mezzo di euro». Compresi i 100 mila euro che Toscana energia destinerà alla produzione culturale, novità annunciata da Sacchi e che sarà spiegata nei dettagli nei prossimi giorni. © RIPRODUZIONE RISERVATA k Palazzo Vecchio L' assessore alla cultura Tommaso Sacchi.