AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Torna alla rassegna
12/10/2018 - Il Sole 24 Ore
Acea entra in Pescara Distribuzione Gas

utilities
Donnarumma: «Puntiamo a un ruolo significativo in un comparto strategico»
L' intenzione di mettere un piede nel settore era stata indicata dallo stesso numero uno, Stefano Donnarumma, già a luglio dello scorso anno, illustrando al mercato, in occasione dei conti semestrali, le linee strategiche del nuovo business plan, presentato poi a novembre. L' operazione, messa a segno ieri, sancisce così l' ingresso ufficiale di Acea nella distribuzione gas. Certo il valore economico del deal, in termini enterprise value per il 100% della società acquisita, è abbastanza contenuto (17 milioni di euro), ma consente all' azienda di guadagnare uno spazio in un segmento dall' enorme potenziale. Ed ecco i numeri dell' acquisizione: Acea ha sottoscritto un accordo con le società Alma Cis e Mediterranea Soc. Cons.a.r.l. per rilevare il 51% del capitale detenuto in Pescara Distribuzione Gas, attiva nel Comune abruzzese. Le due aziende, stabilisce l' intesa, manterranno il 49% del pacchetto azionario e parteciperanno in sinergia con l' utility capitolina alla gestione industriale dell' infrastruttura. Quanto all' azienda finita nel mirino di Acea, governa l' intera rete del Comune di Pescara ed è proprietaria di circa metà della stessa (l' altro 50% fa capo all' amministrazione), per un totale di 325 chilometri di tubi e circa 62mila punti di riconsegna (Pdr). Tornando al deal, la società di Donnarumma ha messo sul piatto 17 milioni di euro e, a seguito dell' acquisizione, Pescara Distribuzione Gas sarà consolidata da Acea al 100% con un contributo all' Ebitda su base annua di circa 1,8 milioni di euro. Il closing è invece atteso entro fine anno a valle del via libera del Comune. «Con questa operazione - ha commentato il ceo di Acea Donnarumma - diamo inizio a quel percorso, delineato nel nostro piano industriale, che porterà il gruppo a ricoprire un ruolo significativo in questo importante comparto strategico». L' acquisizione, condotta in porto con il sostegno di Ubi Corporate&Investment Banking come advisor finanziario e dello studio Grimaldi sul fronte legale, è in linea con gli obiettivi che Acea si era data nel piano industriale. E non sarà l' unica perché la società è in procinto, secondo quanto risulta al Sole 24 Ore, di finalizzare altre operazioni nel centro e sud Italia a stretto giro. La distribuzione gas, come si ricorderà, rientrava tra le potenziali iniziative strategiche da mettere in pista nel primo triennio del business plan. Per questo capitolo, in particolare, l' azienda romana aveva stimato un contributo, a regime, di 10-50 milioni di Ebitda e un capex compreso in un range tra 80 e 400 milioni. © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Celestina Dominelli