AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Consulta la rassegna
11/01/2019 - Corriere della Sera
Hera, oltre 3 miliardi di investimenti in reti e tecnologia

Sussurri & Grida
( fr.bas.) Crescono gli investimenti e il dividendo nel piano industriale al 2022 di Hera, la multiutility controllata da 111 Comuni, situati principalmente in Emilia Romagna e nel Triveneto, riuniti in un patto di sindacato che ha una quota di circa il 48%. Innovazione, efficienza, sostenibilità e crescita sia organica che perlinee esterne restano i pilastri della strategia per i prossimi quattro anni, sintetizzata in tre parole chiave: «Ecosistema, Circolarità e Tecnologia». Il cda ha anche esaminato il preconsuntivo 2018, che consolida un margine operativo lordo a fine anno di 1,02 miliardi di euro, in crescita del 3,6% rispetto ai 984,6 milioni al 31 dicembre 2017. Gli investimenti ammontano a 3,1 miliardi, in aumento di 260 milioni (+ 9%) rispetto al precedente piano. Tre quarti saranno concentrati nelle attività regolate: circa il 70% continuerà a essere assorbito dalla filiera reti e circa il 6% nella attività di raccolta dei rifiuti urbani. Il dividendo è previsto in ulteriore crescita fino a 11 centesimi per azione nel 2022, in aumento del 16% rispetto all'ultimo dividendo pagato (nel 2017 era già salitoa9,5 centesimi per azione e salirà a 10 centesimi nel 2018 e 19). «La crescita che abbiamo previsto in arco di Piano ha commentato il presidente Tomaso Tommasi di Vignano (foto) risulta assolutamente credibile considerato il nostro track record. Importanteèil nostro programma di investimenti». © RIPRODUZIONE RISERVATA