AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Consulta la rassegna
10/04/2020 - La Provincia Pavese
Il pasticcio Asm scatena le accuse dell' opposizione «Irresponsabili»

la polemica
Durissime critiche di Pd, lista Ghezzi e Fratelli d' Italia dopo la nomina di Todeschini ad amministratore delegato
VOGHERA Picchiano duro Pd, lista civica Ghezzi e Fratelli d' Italia il giorno dopo la nomina di Delio Todeschini ad amministratore delegato di Asm Voghera che affiancherà il presidente Pier Luigi Bianchi il quale, di fatto, è stato spodestato dei pieni poteri non essendo ancora trascorsi due anni dalla sua carica a sindaco di Robecco Pavese, come previsto dalla legge anticorruzione. Le accuse del Pd«In piena emergenza e tragedia Covid-19 con una città molto provata - sottolinea Alessandra Bazardi, segretaria del Pd - siamo ancora qui a parlare di nomine di Asm. Ce ne scusiamo con i vogheresi. Todeschini assume un ruolo centrale e strategico nella governance della società. Sinceramente rimaniamo un po' confusi dal pasticcio nato dalla incompatibilità di un presidente nominato di recente e dalla gestione delle nomine. Come opposizione continueremo a vigilare nell' interesse dei cittadini. Dal punto di vista politico continua una situazione di poltrone ed equilibri che sta gettando le basi per quando si andrà a votare. Un gioco di potere del centrodestra che appare diviso ma forse non lo è. Il tempo ci dirà».Ghezzi: «Irresponsabili»Va giù a muso duro il consigliere Pier Ezio Ghezzi. «Non solo la irresponsabilità ma anche l' incapacità a gestire la legge. Ennesimo flop del centro-destra nella scelta del presidente di Asm. Il neo nominato Bianchi è stato esautorato non essendo ancora trascorsi due anni dalla sua carica a sindaco. Bastava andare sul sito del suo Comune e verificare - dice Ghezzi -. La legge anticorruzione prevede così. Lo sanno anche i sassi ma non i partiti che governano la città. Sono così inadatti da non conoscere nemmeno le norme principali che regolano le aziende pubbliche. Fatto sta che ieri hanno indetto un' assemblea della società per modificare gli assetti. A Bianchi nessuna delega: firma e basta, ma lo stipendio lo prende. In aggiunta, la nomina di un amministratore delegato con la benedizione pastorale del direttore generale Mognaschi. La dichiarazione contraria del leghista Palli, rimasto a bocca asciutta, testimonia lo scontro frontale tra le correnti della Lega. Intanto chi paga sono i vogheresi».Fratelli d' Italia criticiFratelli d' Italia, per voce del suo segretario cittadino Vincenzo Giugliano, sottolinea: «Esprimiamo il nostro totale disappunto in merito agli scenari emersi dai vertici di Asm negli ultimi giorni. Peraltro ci s' interroga sul fatto che sia stato nominato nel Cda, poco più di un mese fa, una persona incompatibile. Che questo sia stato fatto apposta?» --. ALESSANDRO DISPERATI.