AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Torna alla rassegna
12/10/2018 - Brescia Oggi
La scommessa è tutta nella «digitalizzazione»

Sfruttare i benefici della digitalizzazione dei processi è la scommessa del futuro. Che si parta dalle città è naturale, dal momento che secondo le previsioni nel 2030 ben 5 miliardi di persone vivranno nelle metropoli a fronte degli 1,3 del 1970 e dei 3,9 del 2014. Tuttavia il 40 per cento della popolazione mondiale ancora vivrà in piccoli centri, e per essi nasce la Smartland. La provincia bresciana fa da apripista con A2A, che partendo da BRESCIA HA studiato servizi «intelligenti» anche per gli ambienti rurali. La Multiutility lombarda propone una «smart agricolture» con sensori per il monitoraggio di aria e suolo, nonché per la gestione della zootecnia. Il sistema di «smart road» controlla infrastrutture stradali (ponti, sottopassaggi, livelli delle acque) e permette parcheggi intelligenti. La «smart security» pensa alla sicurezza di strade, impianti, stalle e coltivazioni. E ancora, «smart water» controlla i consumi con contatori intelligenti, perdite di rete, livello dei fiumi e tombini. «smart garden» propone un sistema di sensori che copre gli elementi naturali e artificiali di un parco, l' umidità del suolo, eccetera. «Smart tourism» permette servizi di geolocalizzazione di turisti e piste ciclabili. «Smart lighting» offre illuminazione a led, videosorveglianza, wi-fi e monitoraggio ambientale. Infine, «smart risk» tiene sotto controllo frane e smottamenti, monitora atmosfera, infrastrutture e inquinamento. Nei primi 28 comuni della provincia bresciana, che hanno imboccato la strada della Smartland, non ci sarà tutto subito, ma tutto sarà possibile nel futuro prossimo, dacchè A2A «è in grado di coprire quasi l' 80 per cento dei servizi applicati nelle grandi metropoli del mondo», come dice l' Ad Valerio Camerano. Per ora ogni comune ha fatto le sue scelte iniziali. I piccoli come Alfianello hanno scelto 2 gateway, 5 access point, un sensore IoT ambientale, uno antintrusione, uno di building comfort, uno di monitoraggio strutturale e tre di innaffio di spazi verdi. Chiari, tra i più grandi, disporrà di 9 gateway e 10 access point, di 4 sensori per il parcheggio intelligente e per il resto come Alfianello con l' escusione dell' innaffio. Gli altri stanno nel mezzo, ma comune a tutti è la dotazione dei quattro sensori ambientale, antintrusione, building comfort e monitoraggio strutturale. L' importante, in ogni caso, è cominciare. La piattaforma digitale facilita l' attivazione dell' Industria 4.0 per le Pmi e permette lavoro, commercio e formazione on line. Connette tutti, e le scuole in primo luogo, con il mondo. Consente teleassistenza e servizi 4.0, amplia i servizi della pubblica amministrazione verso i cittadini e ora tutto questo non sarà privilegio di chi abita in provincia.

MI.VA.