AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Consulta la rassegna
14/08/2019 - Il Secolo XIX
Axpo, intesa con l' ateneo genovese

Simone Gallotti / GENOVA Axpo Italia continua ad investire su Genova. Con l' accordo siglato con l' Università di Genova è stato avviato lo studio dell' applicazione dell' intelligenza artificiale nel trading di energia. «Cerchiamo talenti per i nostri uffici e se riusciamo a trovarli formati dall' Università di Genova, siamo anche più contenti» spiega il ceo Simone Demarchi, genovese di nascita e per formazione. Per questo la multinazionale svizzera dell' energia che presto si trasferirà nella city del capoluogo, da Sestri Ponente al palazzo della Rinascente, ha sigla to con l' Ateneo un accordo importante anche sotto il profilo economico: il valore è superiore ai 250 mila euro. La ricerca, tra l' altro, si applicherà alle previsioni in sistemi dinamici, che prevedono il trattamento di un' ampia serie temporale di dati. I principali campi di applicazione saranno legati ai modelli a supporto dell' attività di compra -vendita di energia e di gestione del portafoglio energetico. Tra questi anche lo sviluppo di algoritmi basati sull' interpretazione di un' ampia mole di notizie e dati raccolti in tempo reale. Con la tecnologia e l' analisi approfondita dei dati, Axpo conta anche di creare modelli di previsione affidabili dei consumi di energia elettrica e gas, cercando una maggiore precisione «nel determinare le esigenze future dei clienti» come spiega l' azienda. IL "PROGETTO GENOVA" Axpo punta anche sulla riqualificazione urbana, in particolare del centro città: «Abbiamo diversi progetti per rilanciare l' area di Largo XII ottobre» spiega ancora Demarchi. Nuova illuminazione nel portico, più verde e diverse idee anche sul fronte della mobilità green. Ed è proprio in quella zona che sbarcheranno i nuovi uffici dell' azien da. Infine il fronte benefico e il rapporto con il Gaslini: «Implementeremo le iniziative» conferma Demarchi, sia sul locale che sul nazionale: «In questo momento vogliamo essere presenti per Genova». Axpo è il quarto operatore del mercato libero e a Genova occupa circa 200 persone. Come annunciato dal Secolo XIX, gli uffici dell' azienda si trasferiranno nel palazzo della Rinascente. Da Sestri Ponente, sede storica di Axpo Italia, l' azienda prenderà quindi possesso dei quattro piani dove sorgeranno i nuovi uffici nel cuore della city all' inizio dell' anno prossimo. A giugno poi l' azienda festeggerà i 20 anni di presenza in Italia. I dati di mercato intanto indicano che il gruppo è in crescita, soprattutto sul mercato libero (+39%) e oggi si posiziona al quarto posto «appena dietro big del settore come Eni, Edison ed Enel» come spiega il gruppo. Con la crescita dovrebbe partire anche il programma di nuove assunzioni. -