AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Consulta la rassegna
11/01/2019 - Messaggero Veneto
AcegasApsAmga investe 6 milioni di euro nella sicurezza delle reti gas friulane

innovazione
Il direttore Gasparetto: cabine telecontrollate e nuove infrastrutture per fronteggiare i danni legati ai cambiamenti climatici
Giacomina Pellizzari Acegas-Aps-Amga sfida i cambiamenti climatici e investe 6 milioni di euro per rendere, in città e nei 58 comuni dove opera in provincia, le resti resistenti all' aumento delle temperature, agli alluvioni che troppo spesso mandano fuori uso le infrastrutture e ai terremoti che si susseguono nelle zone sismiche.L' obiettivo del piano industriale approvato, ieri, dal gruppo Hera, è garantire la continuità del servizio nel territorio udinese dove, sottolinea il direttore generale di Acegas-Aps-Amga, Giuseppe Gasparetto, «il livello di adeguatezza è ormai totale». Solo qualche dato: nel caso di guasti, i tempi di risposta della squadra di Acegas-Aps-Amga non superano i 60 minuti nel 98 per cento dei casi. Il 3% in più rispetto all' obbligo di legge. Lo stesso si rileva per i tempi di allacciamento che risultano essere più veloci del doppio rispetto al limite fissato dall' authority. Forte di questi risultati, l' azienda di distribuzione del gas che gestisce anche l' illuminazione pubblica in città ha mappato le potenziali cause della discontinuità del servizio per elaborare il piano di ammodernamento e sviluppo delle infrastrutture.«Una città si distingue da un' altra per la sua resilienza», afferma Gasparetto, prima di illustrare le opere previste nelle 300 e più cabine di induzione, quelle che regolano la pressione del gas, che caratterizzano il territorio udinese. «Entro l' anno arriveremo a telecontrollare 90 cabine, 40 in più rispetto al dato attuale. Entro il 2020 raggiungeremo il 50 per cento», precisa il direttore generale ricordando che il telecontrollo consente di diagnosticare e di intervenire nel 99 per cento dei casi, entro un' ora, per risolvere il problema. Tutti i dati legati al sistema di telecontrollo vengono gestiti ed elaborati in un sistema di telecontrollo unico in funzione H24 a Forlì. Proseguirà pure la sostituzione dei contatori di nuova generazione che permettono la telelettura del consumo di gas. Sono sensibili anche alle oscillazioni provocate dai terremoti.«Abbiamo in previsione - continua Gasparetto - di realizzare altri 19 chilometri di reti gas indipendenti nei comuni di Coseano, Dignano, Ragogna, Colloredo di Monte Albano, Fagagna, San Vito di Fagagna, San Daniele del Friuli e Majano. Questo significa che in presenza di un' eventuale perdita di gas si isola solo il pezzo interessato dal guasto». Si evita insomma di lasciare un' intera via senza gas. «Si tratta - sottolinea Gasparetto - di una sofisticata evoluzione tecnologica in grado di garantire la sicurezza nei territori». Importante l' impegno anche sul fronte dell' illuminazione pubblica: in città sono stati sostituiti 11 mila punti luce, ora Acegas-Aps-Amga lavora per attivarne altri 70 a led nei parchi. «A Udine aumenteremo l' illuminazione nei parchi Robin Hood e Desio e nelle aree circostanti», conclude il direttore generale nel ricordare che l' azienda investirà 1,6 milioni nell' illuminazione a led anche ad Attimis, Faedis, Talmassons, Pasian di Prato e Martignacco. -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.