AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Consulta la rassegna
23/05/2020 - Il Mattino di Padova
«Un piano di aiuti da 10 milioni con la vendita dei titoli Hera»

PADOVA«Giordani sta solo mettendo in pratica le direttive del Governo e della Regione, ma non hanno fatto niente per i padovani durante questa emergenza. Noi abbiamo pronto una sorta di piano Marshall da 10 milioni di euro che presenteremo in consiglio comunale». L' opposizione torna a farsi sentire, e stavolta oltre ad accusare l' amministrazione di non aver previsto sostegni per le famiglie e le imprese, tira fuori un pacchetto di proposte tutto suo, che prevede contributi alle imprese, ai commercianti e agli artigiani, il congelamento di Tari e Cosap fino a dicembre, la sospensione della tassa di soggiorno, proroghe per le rate Imu (dal 16 giugno al 16 settembre per la prima), sostegni per gli affitti e l' implementazione dei servizi per gli anziani.A presentarlo ieri una parte della minoranza del parlamentino di Palazzo Moroni, che si è mostrata ancora una volta divisa: presenti Lega, Forza Italia, Cambiamo e lista Bitonci, mentre Fratelli d' Italia continua a correre da sola. Proprio l' ex sindaco Massimo Bitonci ha spiegato nei dettagli la proposta: «La copertura c' è, perché nel bilancio c' è una voce che riguarda le azioni Hera, già utilizzate da noi per operazioni di carattere sociale e per le opere pubbliche. Da quando si è decisa la svendita dei servizi integrati il Comune ormai conta poco, quindi per ristorare i padovani e aiutarli in un momento così complesso si possono vendere le azioni e utilizzare i milioni di euro di guadagno» spiega il deputato leghista. «Questa è un' amministrazione nemica dei padovani. Nulla sta facendo, nonostante le richieste che arrivano ogni giorno da famiglie, commercianti e imprenditori. A questo punto ci pensiamo noi a dare idee» aggiunge Eleonora Mosco, consigliera comunale di Cambiamo con Toti «a partire dai bambini, che per la giunta padovana sono invisibili. Chiediamo per loro pc e tablet in comodato gratuito per seguire le lezioni a distanza e contributi baby sitter». A proposito di bambini, tra le proposte contenute nella mozione che verrà presentata in consiglio comunale (non quello del 25 maggio, ma eventualmente nel prossimo), c' è anche quella di ripristinare i finanziamenti per gli asili nido paritari e il bonus "Bebenvenuti" per le famiglie in attesa o che hanno appena avuto un figlio. Idee anche sulla mobilità: apertura per motivi straordinari della Ztl per favorire la ripartenza delle attività economiche in centro, prolungamento della validità dell' abbonamento ai mezzi pubblici per tutto il periodo di chiusura delle scuole, incentivi per l' utilizzo del mezzo privato. «Sono coinvolte migliaia di famiglie. Molti Comuni si sono attivati, a Padova invece zero. E spendiamo soldi per manifesti patetici» chiudono Alain Luciani, Vera Sodero, Vanda Pellizzari e Ubaldo Lonardi. --LUCA PREZIUSI© RIPRODUZIONE RISERVATA.