AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Torna alla rassegna
09/11/2018 - Gazzetta di Modena
Hera, nel terzo trimestre ricavi saliti a 4,34 miliardi

Hera, la multiutility dei servizi ambientali, idrici ed energetici con sede centrale a Bologna, ha chiuso i primi nove mesi dell' anno con un utile di pertinenza degli azionisti che sale a 208,7 milioni di euro rispetto ai 182,9 milioni al 30 settembre 2017 (+14,1%), anche grazie a un tax rate del 30,1% in miglioramento rispetto al 32% dell' analogo periodo dell' esercizio precedente. È quanto si legge in una nota del gruppo. I ricavi sono stati pari a 4,348,4 miliardi, in crescita dell' 8% rispetto ai 4,027,8 dello stesso periodo del 2017. In particolare, spiega la nota, l' andamento delle attività di trading e di vendita di gas ed energia elettrica hanno beneficiato dell' aumento dei volumi.Il margine operativo lordo consolidato al 30 settembre 2018 cresce da 724,7 a 748,6 milioni (+3,3%). Un risultato da ascrivere «alle buone performance di tutte le principali attività del Gruppo, ma in particolare al settore gas che ha contribuito per effetto delle marginalità in crescita derivanti dalle attività di vendita e trading». Risultati positivi anche nel ciclo idrico integrato e nell' area ambiente. Il risultato operativo cresce a 376,5 milioni (357,9 al 30 settembre 2017, +5,2%), l' utile prima delle imposte sale a 311,0 milioni rispetto ai 283,5 dell' analogo periodo 2017 (+9,7%), grazie alla gestione finanziaria che nei primi nove mesi del 2018 migliora di 8,9 milioni di euro, rispetto al 30 settembre 2017, e si attesta a 65,5 milioni. La posizione finanziaria si attesta a 2,642 miliardi, sostanzialmente stabile rispetto ai 2,610 dei primi nove mesi del 2017, considerando la distribuzione dei dividendi. Il numero di clienti gas nei primi 9 mesi del 2018 è pari a 1,413 milioni, in aumento dell' 1,6% sul 2017. Una crescita determinata anche dall' ingresso nel perimetro di consolidamento di Blu Ranton e Verducci Servizi. --