AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Consulta la rassegna
17/10/2020 - LA PROVINCIA PAVESE
Svolta in Asm Pavia Il presidente già nominato sarà anche il manager

le nomine
Tutti i poteri a Manuel Elleboro. Davide Conti, parmense, direttore generale; Piero Ramponi nel Cda per il Comune
PAVIA Cambiano gli assetti di Asm Spa: nasce la figura dell' amministratore delegato della società di via Donegani. Il ruolo sarà ricoperto dal presidente Manuel Elleboro che gestirà contemporaneamente le due cariche. La novità è stata decisa ed approvata ieri mattina durante l' assemblea dei soci per poi essere ratificata nel successivo Consiglio di Amministrazione. le nomineAllo stesso tempo è stato nominato ufficialmente come nuovo direttore generale al posto dell' ingegner Andrea Vacchelli, l' avvocato di Parma, Davide Conti, esperto di diritto amministrativo e tematiche giuslavoristiche. Altra nomina, quella del rappresentante del Mezzabarba (socio di maggioranza al 95,7%) scelto dal sindaco Fracassi all' interno del Cda: il dottor Piero Ramponi (nome avanzato da Federmanager) prende il posto del professor Francesco Rigano, affiancando così la collega delegata dai piccoli comuni Elisabetta Fedegari ed il presidente Elleboro. L' introduzione dell' amministratore delegato è una svolta che si inserisce in quella riorganizzazione interna citata negli ultimi mesi sia dal primo cittadino che da via Donegani. L' attribuzione di una gamma di deleghe al numero uno di Asm si inquadra nella volontà del Comune di accorciare le leve decisionali dell' azienda. La società è impegnata su due fronti: da un lato si vuole efficientare la struttura per far fronte al probabile affidamento dei servizi comunali come l' igiene ambientale, la sosta, il decoro, il verde ed i servizi cimiteriali; dall' altro lato c' è l' avvio del processo che potrebbe concretizzarsi nella fusione per incorporazione di Lgh in A2A. obiettivo efficienza«Abbiamo bisogno che Asm diventi una società più efficiente - ha commentato il sindaco Fabrizio Fracassi -. È necessario dare un impulso diverso, più funzionale al contesto della città. Le deleghe in carico al nuovo amministratore delegato non andranno a depotenziare le funzioni del Cda perché ci sarà sempre un confronto al suo interno». i costiPur se la questione relativa al compenso di Elleboro non è ancora chiara (quello lordo annuo del Cda è di 80mila euro), le deleghe a suo carico sono delineate: il nuovo AD coordinerà le politiche di sviluppo della società (industriali, commerciali e di marketing), la cura dei rapporti con il bacino di utenza e le società controllate e collegate (nonché con le parti sociali), le determinazioni in merito all' organigramma, oltre alla verifica della qualità dei servizi in coerenza con i servizi affidati. Tra le clausole del nuovo incarico Manuel Elleboro dovrà presentare al Cda con cadenza trimestrale dei report esaustivi sull' andamento della gestione della società. Sempre nella logica del riassetto organizzativo, come detto, il nuovo direttore generale sarà l' avvocato Davide Conti per un compenso annuo di 110mila euro lorde così come previsto dal bando, mentre il rappresentante del Comune è il dottor Piero Ramponi. «Una figura con un curriculum di super eccellenza - ha sottolineato Fracassi -: nel corso della carriera ha ricoperto una serie di cariche che posso essere molto utili ad Asm». --Alessio Molteni.

ALESSIO MOLTENI