AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Torna alla rassegna
12/10/2018 - Il Sole 24 Ore
Fiera di Milano, da Bei e banche arrivano 115 milioni

SERVIZI
Il doppio finanziamento migliorerà sostenibilità, logistica e sicurezza
MILANO Doppio asse di finanziamento da Bei e da un pool di banche (con capofila Intesa Sanpaolo) - per complessivi 115 milioni di euro - a Fondazione Fiera Milano, dedicato al potenziamento della competitività e della sostenibilità del sito fieristico-congressuale milanese. L' operazione è stata presentata e ufficialmente siglata, ieri mattina, da Giovanni Gorno Tempini, presidente di Fondazione Fiera Milano, Dario Scannapieco, vice presidente della Bei (Banca europea per gli investimenti) e Mauro Micillo, responsabile Corporate e Investment Banking di Intesa Sanpaolo. In dettaglio, il finanziamento, da parte di Bei, è di 40 milioni di euro, mentre quello del pool di banche - coordinato da Intesa Sanpaolo e costituito da Unicredit e Bpm (mentre nell' operazione, Banca Imi ha svolto il ruolo di mandated lead arranger e di banca "agente") e uno di 75 milioni di euro da parte di un pool bancario coordinato da Intesa Sanpaolo. Con l' obiettivo di realizzare quanto previsto dal Piano Industriale 2018 - 2020, deliberato da Fondazione Fiera lo scorso novembre 2017. La parte più consistente dei fondi, come previsto dal Piano, è destinata a interventi di sostenibilità ambientale. Ad esempio, l' impianto fotovoltaico in fase di realizzazione sulle coperture di Fiera Milano gestito da Fair Renew, società nata dalla Joint Venture traFondazione Fiera Milano (che è proprietaria al 100% degli edifici del sito fieristico su cui verrà installato l' impianto fotovoltaico) e A2A Rinnovabili, società del Gruppo A2A. Il resto andrà a finanziare l' accessibilità logistica di merci e persone (visitatori, espositori e organizzatori) al quartiere fieristico di Fiera Milano a Rho e una migliore fruizione degli spazi espositivi. Investimenti anche in sicurezza: nei due quartieri della Fiera - sia quello di Rho che quello dell' area Portello - saranno installati sistemi di sicurezza assimilabili a quelli aeroportuali, cui si accompagna l' automazione della gestione dei parcheggi in entrambi i quartieri. «L' accordo siglato questa mattina - spiega il presidente di Fondazione Fiera Milano, Giovanni Gorno Tempini - rappresenta il primo finanziamento a livello nazionale da parte di Bei, e uno dei maggiori a livello europeo, a sostegno di un quartiere fieristico/congressuale». «Il finanziamento concesso dalla Bei a Fondazione Fiera Milano - ha aggiunto il vice presidente della Bei (Banca europea degli investimenti) per l' Italia, Dario Scannapieco - rientra nel perimetro del cosiddetto "Piano Juncker" per il sostegno alla competitività delle imprese in Europa ed è il segnale di una Europa vicina ai cittadini con cose concrete». « Il mondo degli organizzatori- ha concluso Mauro Micillo, responsabile Corporate e Investment Banking di Intesa Sanpaolo e Ad di Banca Imi - dopo le difficoltà degli anni della crisi, appare in buona salute: le aree locate sono state nel 2017 il 13,4% in più rispetto al 2013 e anche gli espositori sono tornati stabilmente sopra le 90mila unità». © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Laura Cavestri