AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Torna alla rassegna
14/06/2018 - La Stampa (ed. Alessandria)
Il Gruppo Restiani si divide in due e accelera sulla "gestione calore"

A un anno dall' ingresso del fondo Ambienta al posto di Total Erg
Amag cerca un partner finanziario? Ma se ce l' ha già». Battuta fulminante al convegno dell' altro giorno al Broletto per presentare lo stato dell' arte della holding. Come ha sottolineato uno dei relatori, Giovanni Valotti, «il mondo va avanti, chi si ferma resta indietro». In effetti mentre l' ormai ridimensionata galassia delle partecipate alessandrine continua a girare attorno ad Amag, su un planetoide periferico stanno accadendo cose. È la Ream, società di gestione calore, in cui diversi anni l' azienda pubblica si associò per la prima volta a un privato, Restiani: il 51% contro il 49%. Solo che nell' ultimo anno l' universo Restiani - ditta fondata dall' omonima famiglia nel 1934 per vendere carbone e poi divenuta un piccolo colosso del Nord Ovest per la vendita di prodotti petroliferi - ha visto una specie di rivoluzione. A luglio scorso l' 80% delle quote è passato da TotalErg, uscita da questo mercato, ad Ambienta, fondo privato leader in Europa nei business legati all' ambiente: gestisce oltre mezzo miliardo di euro, ha sedi a Milano, Londra, Düsseldorf , manager e cofondatore è Nino Tronchetti Provera, figlio di Marco. Il nuovo ad Stefano Granella sta riorganizzando e potenziando la società - Restiani oggi ha un fatturato globale di 160 milioni e 35 mila clienti con 1800 condominii - che sta per essere suddivisa in due tronconi: il ramo servizi energetici e quello storico dei prodotti petroliferi. La sezione efficienza energetica confluirà in una new.co ancora da battezzare con «dominus» Ambienta, che la considera una priorità. «Puntiamo - ha detto di recente Granella - a portare il fatturato dagli attuali 40 milioni a 100 nel giro di 3 o 4 anni». Servizi a 360 gradi con un' attenzione particolare alle soluzioni innovative e alla digitalizzazione. «Non solo gestione e riduzione dei consumi ma anche gestione dei costi sviluppando domotica, microgenerazione di condominio e così via». La strategia più che sulle acquisizioni punta sulle aggregazioni: «Vogliamo creare sinergie partendo dalla nostra presenza storica sul Nord Ovest e sul residenziale, allargandoci a su tutto il Nord (e magari anche più in là) e incrementando la clientela aziendale». In tutto questo avrà probabilmente un ruolo anche Ream. Amag qualche tempo fa voleva dismettere questa partecipazione, ma nessuno s' era fatto avanti (i francesi di Total avevano bloccato le aspirazioni della famiglia Restiani); ora la presenza di Ambienta potrebbe rappresentare un' opportunità, o una minaccia: dipende dalle prospettive future. Fra l' altro il progetto era proprio quello di sviluppare la società, anche sfruttando le possibilità offerte dal teleriscaldamento: l' inizio dei lavori per installare le tubazioni, rinviati più volte, sarebbe prossimo. Nel frattempo una cesura plastica con il passato è stata venerdì l' iniziativa bimbi in ufficio: «Un family day - diceva lo slogan - pensato per far conoscere e toccare ai nostri piccoli il luogo di lavoro dove mamma e papà trascorrono buona parte del tempo». Era la prima volta per l' azienda (oltre 150 dipendenti) di una simile giornata a porte aperte, con uffici e capannoni invasi dalle corse dei bambini. Una cosa mai vista finora da Restiani. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.

PIERO BOTTINO