AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Consulta la rassegna
22/10/2019 - La Tribuna di Treviso
Anche Padova approva le nozze Hera-Ascopiave Via libera all' accordo

l' operazione
Pieve di soligo. Nei giorni scorsi il Comune di Padova, socio di Hera e parte in causa nel contratto di servizio di distribuzione del gas che vede in campo, per il comune di Padova e i comuni contermini, AcegasApsAmga (controllata al 100% da Hera), ha dato il via libera all' alleanza Hera-Ascopiave. Un passaggio chiave, che segna un ulteriore passo in avanti con cui si concretizza e diventa operativa l' intesa Hera/Ascopiave con cui la società trevigiana si rafforza nel ramo distribuzione del gas. Come stabilisce l' accordo sottoscritto il 30 luglio dai cda di Hera e Ascopiave, AcegasApsAmga conferirà ad Ascopiave, dal 31 dicembre 2019, il ramo d' azienda relativo alla distribuzione del gas naturale a Padova e ai comuni vicini. Lo rileverà la nuova società "NewCo Distribuzione" (da Ascopiave controllerà al 100%), che gestirà il servizio di distribuzione di Padova, Pordenone e Udine. L' effetto diretto più evidente è che dal 1° gennaio prossimo la distribuzione del gas, e i clienti gas padovani oggi gestiti da AcegasApsAmga passeranno alla trevigiana Ascopiave. Da un lato l' utility di Pieve di Soligo si rafforza nella distribuzione del gas acquisendo 188.000 utenti in Veneto (tra cui i padovani appunto) e Friuli Venezia Giulia, dall' altro EstEnergy (e con lei Padova) crescerà tra Veneto, Friuli Venezia Giulia e Lombardia, arrivando a 795.000 contratti gas e 265.000 contratti elettrici, dunque superando la soglia del milione di contratti (795.000 gas e 265.000 elettrici), prima realtà a Nordest. Il salto che ci sarà con la dote in arrivo da Ascopiave "peserà" societariamente su Padova, baricentro operativo per il coordinamento e il controllo delle diverse realtà commerciali territoriali. Il nuovo soggetto creato da Ascopiave manterrà i livelli occupazionali attuali per sei anni, in «condizioni economiche, inquadramenti e sede di lavoro». Il capitale sociale di EstEnergy sarà detenuto per il 52% dal Gruppo Hera e per il 48% da Ascopiave. --