AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Consulta la rassegna
28/05/2020 - La Tribuna di Treviso
Cavaso, opposizione scrive a Consob «I premi al cda finiranno in bolletta»

IL CASO ASCOPIAVE
Chiamata in causa la Consob, nella vicenda di Ascotrade, controllata di Asco Holding, che domani, con l' approvazione del bilancio, avrà un nuovo Cda, un nuovo collegio sindacale e nuovi emolumenti per i suoi vertici. Cavaso è tra i nove comuni della Marca che si sono trovati ad approvare in fretta e furia la creazione di un "patto parasociale" per permettere l' operazione. «Abbiamo formalmente chiesto che gli atti del Consiglio vengano vagliati dalla Consob, per una chiara mancanza di adeguata pubblicità e trasparenza nella vicenda» puntualizza Giuseppe Scriminich, ex sindaco di Cavaso del Tomba, dai banchi dell' opposizione «tanto più a Cavaso del Tomba, in un consiglio fintamente aperto al pubblico». Il consiglio comunale era stato indetto solo il giorno prima, alle 15, senza streaming e con l' ammissione di solo tre persone come pubblico. «Un uso spregiudicato delle istituzioni, uno schiaffo morale ai cittadini che si troveranno sulle bollette del gas l' aumento di più di un milione di euro dello stipendio dell' Ad» sono state le parole di Scriminich. Una manovra per estromettere i comuni a guida civica, è stato poi detto, a favore di un' allenza dei comuni affini alla Lega. (met)