News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
27/04/2021 00.00 - Quotidiano Energia
Comunità energetiche, arriva il Veneto
L’assessore Marcato: “A breve disegno di legge regionale”
“Presenterò a breve alla Giunta una proposta di disegno di legge regionale specifico sulle comunità energetiche, grazie alla quale normeremo il tema delle fonti rinnovabili”. Lo ha annunciato l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Veneto, Roberto Marcato, spiegando che la “transizione green” necessità di “un’inversione di marcia, ovvero di semplificazione e risorse economiche”. Intervenendo a un evento organizzato sabato a Mestre da Confartigianato Imprese Veneto, cui ha partecipato tra gli altri il presidente della commissione Industria del Senato Gianni Girotto, l’assessore Marcato ha precisato che “a corredo” della proposta sulle comunità energetiche “stanzieremo delle risorse, fondi regionali ma anche europei, auspicando che anche i 150 milioni di euro richiesti per gli interventi legati all’energia rinnovabile, inseriti nel Piano regionale di ripresa e resilienza, trovino adeguato sostegno”. L’assessore leghista con delega all’Energia ha anche assicurato che la Regione Veneto “ricoprirà un ruolo attivo nella crescita delle comunità energetiche, nella speranza che a livello governativo vengano stanziate le risorse necessarie per sostenere le richieste presentate dai singoli territori”. L’annuncio di Marcato segue di pochi giorni l’iniziativa della Lega per le comunità energetiche, presentata al Senato dal responsabile del dipartimento Energia del Carroccio, Paolo Arrigoni, e dalla sottosegretaria al ministero della Transizione ecologica, Vannia Gava. Già definite in via sperimentale dal Milleproroghe 2019 nelle more del recepimento della direttiva 2018/2001 sulle fonti rinnovabili (Red II), contenuto nel Ddl di delegazione Ue approvato la settimana scorsa, le comunità energetiche sono state sinora regolate a livello regionale dal Piemonte e dalla Puglia.