News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
26/02/2021 00.00 - Quotidiano Energia
Smog, Regioni: “Confronto urgente su infrazione e investimenti”

Nuova richiesta al Governo degli assessori del Bacino Padano
I rappresentanti del tavolo del Bacino Padano sono tornati a riunirsi ribadendo la necessità di “un incontro urgente” con il Governo per discutere sia della procedura d’infrazione nei riguardi dell’Italia che degli investimenti sulla qualità dell’aria. Alla fine del 2020 l’Italia è stata condannata dalla Corte Ue per aver “superato in modo sistematico e continuato il limite per il PM 10”. Nello specifico, alla riunione in videoconferenza hanno preso parte gli assessori Gianpaolo Bottacin (Veneto), Raffaele Cattaneo (Lombardia), Matteo Marnati (Piemonte) e Irene Priolo (Emilia-Romagna), come si apprende da una nota. “Le Regioni - hanno osservato i rappresentanti - hanno già trasmesso al ministero dell'Ambiente e alla presidenza del Consiglio l'elenco degli impegni assunti in risposta alla sentenza di condanna. Tuttavia, serve al più presto un incontro per garantire il necessario raccordo istituzionale e assicurarsi l'impegno del Governo”. Gli assessori informano inoltre di essersi confrontati sulle politiche per migliorare la qualità dell’aria, che comprendono iniziative su mobilità, emissioni in agricoltura, riscaldamento degli edifici, efficientamento energetico, combustioni all’aperto e misure temporanee e controlli. Nel corso delle consultazioni con il presidente Draghi, le Regioni – rappresentate dal presidente della Conferenza Stefano Bonaccini – avevano chiesto di includere nel Pnrr un investimento da 2 miliardi di euro per la qualità dell’aria nel Bacino Padano, da suddividere in 500.000 € per ciascuna