News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
08/04/2021 00.00 - Quotidiano Energia
Gare gas, disponibili i dati Rab al 31 dicembre 2018
Intanto l’Arera fissa le tariffe provvisorie di distribuzione/misura per il 2021
L’Arera mette a disposizione nell'area dedicata presente nella sezione “Gare distribuzione gas” (previo accreditamento delle Stazioni Appaltanti) i dati definitivi relativi al valore degli asset risultante al 31 dicembre 2018. I dati Rab, precisa l’Autorità vengono resi disponibili nei seguenti formati: modalità aggregata senza distinzione per soggetto proprietario, per le località appartenenti a ciascun ambito tariffario; quota parte di proprietà del gestore uscente soggetta a trasferimento a titolo oneroso, per le località appartenenti a ciascun ambito tariffario e per le quali il medesimo gestore uscente ha fornito tale dettaglio. Il Regolatore precisa che la responsabilità per la disaggregazione dei dati non è dell'Autorità, che “si limita a fornire uno strumento per rendere disponibili alle stazioni appaltanti i valori delle Rab disaggregate”.
L’Arera spiega che la mesa a disposizione dei dati avviene in attuazione della determina 25 luglio 2014, 13/14 e a seguito della delibera 117/2021/R/gas che ha fissato le tariffe definitive di distribuzione/misura gas per il 2020. Da segnalare a questo proposito che con delibera 122/2021 sono state disposte anche le tariffe provvisorie 2021, “applicando i medesimi criteri di riconoscimento dei costi di capitale della prima fase”. Entro settembre l’Autorità definirà per ciascun ambito tariffario le curve di penetrazione di utenza per la determinazione dei punti di riconsegna potenzialmente connessi alle reti, da applicare nella seconda fase (dal quarto anno di gestione del servizio). Le tariffe definitive 2021 saranno calcolate sulla base dei criteri previsti per tale seconda fase, applicando le relative curve di penetrazione. In relazione alle località con reti alimentate a carro bombolaio già in esercizio al 31 dicembre 2019 per le quali non è stata presentata l’istanza completa entro il termine del 31 dicembre 2020, viene esteso al 2021 il trattamento già applicato nel precedente periodo di regolazione 2014-2019, “in ragione dell’esigenza di tutela dei clienti finali connessi a tali reti e tenuto conto delle difficoltà emerse in relazione all’emergenza Covid 19”. La delibera proroga poi dal 31 dicembre 2020 al 30 settembre 2021 il termine per l’invio delle istanze di assimilazione alle reti interconnesse con il sistema di trasporto. Con separato provvedimento sarà infine definito con decorrenza da 1° gennaio 2022 un meccanismo di gradualità a tutela dei clienti finali in grado di mitigare l’impatto derivante dall’applicazione della regolazione relativa alle reti isolate di gas naturale prevista dall’articolo 64 della Rtdg nei casi in cui, entro il nuovo termine del 30 settembre 2021 fissato con il presente provvedimento, non sia stata presentata l’istanza di assimilazione prevista dall’articolo 14 della delibera 570/2019 ovvero qualora tale istanza risulti incompleta.