News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
15/04/2021 17.09 - Adnkronos
Bibanca, nel 2021 previste 50 assunzioni di giovani sardi

Roma, 15 apr. (Adnkronos) - Bibanca prosegue con il programma di assunzioni previste per quest'anno, nell’ambito degli accordi sindacali siglati dalla capogruppo per il Piano Industriale 2021. Il programma prevede, attraverso un "rigoroso processo selettivo", l’inserimento di circa 50 giovani sardi, selezionati anche tra coloro che avendo avuto esperienze professionali fuori dall’isola desiderano ritornare in Sardegna e che "potranno portare in azienda competenze, entusiasmo e capacità di entusiasmare, lavorando in un contesto innovativo, giovane e orientato alla diversity".

"Innovativo", si legge nella nota diffusa dall'istituto, "perché basato su un concetto di organizzazione fuori dagli schemi classici della banca tradizionale, con la presenza di Business Unit specializzate nei due settori core dell’attività della banca (Consumer Finance e Payments) e sulla presenza di un’unità operativa interna IT. Nello sviluppo di nuove soluzioni digitali si adotterà, tra l’altro, l’approccio tipico dell’open banking, in team multidisciplinari composti da risorse anche esterne al Gruppo, secondo la logica innovativa della coopetition (è il caso del recente lancio sul mercato dell’app Dots realizzata insieme a Fabrick, società del gruppo Sella); giovane - continua la nota - perché, a seguito del piano dei pensionamenti, e con le nuove assunzioni l’età media delle persone è di 46 anni (era 49 al 31 dicembre 2019) e quella dei responsabili delle strutture di 47 (era 54 anni al 29 novembre 2020, prima della riorganizzazione). A oggi sono state assunte 19 persone a tempo indeterminato, con un’età media di 36 anni".

Inoltre, continua Bibanca, il programma è orientato alla diversity "nell’ottica generale di favorire la creazione di un ambiente inclusivo, in grado di valorizzare il contributo professionale di tutti e garantire le pari opportunità. Si tratta non solo di una filosofia, ma di un approccio concreto, che ha visto il numero delle responsabili donne passare da 5 (novembre 2020) a 11 su un totale di 16 responsabili. Un processo di profondo cambiamento organizzativo quanto culturale, che è stato portato avanti con il contributo della Società Key 2 People e di Valore D".

"Tanto è stato fatto - continua la nota - ma ancora tanto si deve realizzare. Il fabbisogno di risorse esterne alla realtà bancaria è ancora vivo, sono circa 30 le persone ancora da inserire negli ambiti Legal, Compliance, Finance, Human Resourses e operation. Persone che abbiano caratteristiche professionali orientate all’innovazione e alla collaborazione, che possano facilitare il processo di cambiamento profondo indispensabile affinché Bibanca continui nel suo percorso di sviluppo del Business con soluzioni semplici, efficienti, digitali e orientate alla customer experience", conclude Bibanca.