News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
15/02/2021 12.06 - PUBLIC POLICY
++ AMBIENTE&ENERGIA // POLICY REPORT ++-6-

(Public Policy) - Roma, 15 feb - La scorsa settimana il ministero dellAmbiente ha annunciato Settantacinque milioni di euro per il triennio 2021-2023 per ladattamento ai cambiamenti climatici nei siti Unesco dinteresse naturalistico e nei parchi nazionali. Destinatari del fondo i Comuni, sentiti gli enti gestori dei siti ed elementi Unesco e le autorità di salvaguardia di competenza e, quindi, gli enti parco in caso di patrimonio culturale immateriale. Oltre che alladattamento ai cambiamenti climatici e la riduzione delle emissioni, anche attraverso azioni a sostegno della gestione forestale sostenibile, le risorse sono destinate agli interventi per lefficienza energetica del patrimonio immobiliare pubblico degli enti locali che rientrano nei territori Unesco, per la realizzazione di impianti di piccola dimensione di produzione di energia da fonti rinnovabili e di servizi e infrastrutture di mobilità sostenibile e di mezzi e strutture per il monitoraggio, il controllo e il contrasto dellinquinamento. Nel corso del mese di febbraio - ha spiegato il Mattm - verrà predisposto il bando al quale i Comuni aventi diritto potranno fare riferimento e preparare i progetti. Nel dettaglio, 15 milioni di euro sono destinati allesercizio finanziario 2021 quale quota di anticipo, 37 milioni e mezzo allesercizio finanziario 2022 come avanzamento lavori e 22 milioni e mezzo per il 2023 in qualità di quota a saldo.

La scorsa settimana è stata alta lattenzione per il Sin Caffaro di Brescia, in merito al sequestro per disastro ambientale dellazienda Caffaro, storica industria chimica del territorio, eseguito dai carabinieri forestali dopo due anni di indagini nellambito di uninchiesta della Procura di Brescia, alla luce dellinquinamento dell'impianto e dei valori di cromo e mercurio. Il sottosegretario allAmbiente Roberto Morassut ha spiegato martedì che per scongiurare il rischio che venga meno la barriera idraulica che impedisce alle acque inquinate dalle sostanze tossiche rilevate di disperdersi nel sottosuolo e nelle acque di falda, siamo intervenuti pochi giorni fa con unordinanza del ministero, intimando a tutti i soggetti responsabili di non interrompere le attività a tutela della falda. In ogni caso la barriera idraulica non verrà meno, perché esplicitamente previsto nellaccordo di programma sottoscritto dal ministero nel novembre scorso per gli interventi di messa in sicurezza e bonifica del Sin Brescia Caffaro. Il sottosegretario aveva spiegato anche che, ove i privati interrompessero il barrieramento, subentrerebbe il commissario per la bonifica.

A proposito del sequestro, il Mattm ha spiegato che la notizia è giunta nel pieno di una intensa attività amministrativa con la quale il ministero dellAmbiente, anche coordinandosi con le istituzioni locali, sta portando avanti le azioni di propria competenza affinché vengano espletati i lavori di risanamento e messa in sicurezza dellarea. Un lavoro che negli ultimi due anni ha subito una decisa accelerazione, con le attività svolte dal tavolo tecnico per la valutazione del progetto operativo di bonifica e messa in sicurezza presentato dal commissario straordinario Roberto Moreni e, soprattutto, con l'accordo di programma tra Stato, Regione Lombardia e Comuni per la realizzazione degli interventi di messa in sicurezza e bonifica del sito, che consta di un piano da 80 milioni di euro per la messa in sicurezza del sito Caffaro di Brescia. La vicenda dellinquinamento delle aree nelle quali opera lazienda chimica Caffaro Brescia srl, subentrata nel 2011 alla Caffaro Chimica srl oggi in liquidazione, è posta al centro delle attenzioni delle istituzioni già a partire dal 2002, anno di approvazione della legge 179, che individua il Sito di interesse nazionale di Brescia-Caffaro come intervento di bonifica di interesse nazionale, alla luce delle condizioni ad alto rischio ambientale determinate dalle attività industriali dellazienda. (Public Policy)

@PPolicy_News

GIL

151206 feb 2021