News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
16/04/2021 00.00 - Quotidiano Energia
Idrico, l’Umbria nel progetto Ue Whow
L’obiettivo è condividere dati su acqua e salute
La Regione Umbria contribuirà al “programma di co-creazione” del progetto Ue Whow (Water Health Open knoWledge) per la condivisione di dati e conoscenza al fine di identificare le relazioni che intercorrono tra lo sfruttamento delle risorse idriche e la diffusione delle malattie.
Si tratta di un progetto triennale coordinato dalla irlandese Celeris Advisory che vede come partner anche Ispra, Cnr e Azienda regionale per l’innovazione e gli acquisti della Regione Lombardia. Tutti i soggetti coinvolti, in particolare, devono realizzare un programma di co-creazione “attraverso un ampio coinvolgimento degli stakeholder rilevanti, sin dalle prime fasi del progetto, per avviare un percorso condiviso nell’identificazione di dataset e definizione dei casi d’uso, allo scopo di massimizzarne il riuso”, spiega una nota.
L’obiettivo generale è sviluppare il “dataspace sul consumo e sulla qualità di acque superficiali, sotterranee e marine, con dati provenienti da diverse fonti. Le informazioni ambientali verranno collegate con quelle sanitarie sulla diffusione delle malattie integrando dataset italiani (e di altri Paesi Ue), con lo scopo di renderli disponibili per un successivo riutilizzo”.
Secondo l’assessore regionale a Sviluppo economico, innovazione, digitale e semplificazione, Michele Fioroni, la pubblicazione di dati strategici è “un elemento essenziale delle traiettorie di sviluppo futuro e la Regione Umbria deve investire nella pubblicazione di dati di valore, nel lavoro costante con gli stakeholder del territorio e nelle collaborazioni volte a favorire sinergie di sviluppo di programmi sui dati, come il progetto Whow”.
La Regione, dunque, “ha attivato un programma mirato di pubblicazione di dataset di alto valore in collaborazione con Umbria Digitale”.