News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
16/07/2021 11.46 - PUBLIC POLICY
GAS, INTERROGAZIONE LEGA SU PROCEDURA 'OPEN SEASON' RIGASSIFICATORE ROVIGO -3-

(Public Policy) - Roma, 16 lug - Nelle premesse l'interrogazione ricorda che "la transizione energetica è al centro delle politiche di rilancio della nostra economia ed il gas naturale, come indicato nel piano nazionale integrato energia e clima (Pniec) in corso di revisione, continuerà a ricoprire un ruolo essenziale nel mix energetico in tutti i settori. Oltre il 90 per cento della popolazione ha accesso all'uso del gas per usi residenziali, la generazione a gas è indispensabile, anche mediante il mercato della capacità, per bilanciare il crescente contributo delle fonti rinnovabili non programmabili, e in molti processi produttivi non vi sono attualmente alternative tecnologiche competitive all'utilizzo del gas; negli ultimi mesi, si è assistito ad una progressiva crescita dei consumi di gas naturale, con contestuale diminuzione dell'offerta a livello europeo ed un utilizzo intensivo degli stoccaggi europei, ai minimi storici in questo periodo dell'anno".

"I prezzi del gas sui mercati internazionali, europei, e di conseguenza anche sul mercato italiano, hanno registrato forti incrementi trascinati dalle dinamiche di domanda-offerta, da un rialzo generalizzato dei prezzi delle commodity e dell'anidride carbonica. Tali fattori confermano ancora una volta l'importanza di dotare il Paese di un portafoglio di importazione diversificato e competitivo di lungo termine che garantisca in prospettiva un mercato liquido ed approvvigionamenti sicuri e competitivi a beneficio del sistema italiano e che lo protegga dalle dinamiche di mercato, talvolta opportunistiche, come si sta assistendo in queste settimane e come peraltro già accaduto lo scorso inverno; in questo contesto, le importazioni di Gnl, che coprono circa un quinto della domanda nazionale, ne sono un esempio. Data la loro flessibilità di utilizzo, le navi per il trasporto di Gnl possono appunto essere facilmente spostate nei mercati dove i prezzi sono più remunerativi e, in assenza di vincoli di consegna, gli operatori possono scegliere liberamente la destinazione dei carichi sulla base di ragionamenti di mera convenienza economica, come avvenuto nel caso del terminale di Livorno che, nel corso di questo inverno, in una situazione di alti consumi e climatica fredda, ha visto notevolmente ridursi il tasso di utilizzo proprio a causa dell'opportunità per gli operatori di dirottare opportunisticamente i carichi di Gnl verso i più attraenti mercati asiatici".

"Diversamente invece accade quando le importazioni di Gnl ricadono sotto contratti di fornitura pluriennale in cui sussistono impegni di consegna che garantiscono un approvvigionamento stabile e costante per il sistema, indipendentemente da ciò che accade nei mercati internazionali. Di questo è un esempio - viene sottolineato - il contratto di importazione di lungo termine sul terminale di Rovigo che ha garantito per tutto lo scorso inverno un approvvigionamento stabile e sicuro". (Public Policy)

@PPolicy_News

GIL

161145 lug 2021