News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
07/07/2021 17.40 - RADIOCOR
###Ue: la Commissione aggiorna la strategia nella finanza sostenibile-FOCUS

di Alessandro M. Cremona * (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 07 lug - Una scheda informativa, pubblicata assieme alla nuova strategia, delinea sei serie di ventidue nuove azioni dove il primo obiettivo e' quello di estendere l'attuale 'cassetta degli attrezzi' della finanza sostenibile per facilitare il processo di transizione, includendo piani per esplorare possibili strumenti per la transizione e le obbligazioni legate alla sostenibilita'. Questa nuova strategia della Commissione aggiorna il piano, in 10 punti, delineato all'inizio del 2018. Le nuove azioni sono ampiamente in linea con quelle previste: per esempio, i piani per preparare un rapporto sulla valutazione dei rischi finanziari associati alla biodiversita', l'obbligatorieta' dell'analisi degli scenari legati al clima (specie per gli istituti finanziari) e un audit ESG sul procurement aziendale. In aggiunta e' stato anche proposto un regolamento per creare uno standard europeo di green bond (UEGBS) che potrebbe diventare il "gold standard" mondiale. Infine, la Commissione pubblichera' un rapporto sui progressi dell'attuazione della nuova strategia entro la fine del 2023. Il testo della strategia per il finanziamento della transizione verso un'economia sostenibile dice che la Commissione considerera' le opzioni per estendere il quadro della tassonomia per riconoscere, eventualmente, le attivita' con un livello intermedio di prestazioni ambientali. Come primo passo, la Commissione considerera' l'introduzione di una legislazione per riconoscere e sostenere il finanziamento di alcune attivita' economiche di transizione e principalmente nel settore energetico, compreso il gas. Entro la fine del 2021, la Commissione pubblichera' una relazione che descrivera' come potrebbe estendere il campo di applicazione del regolamento sulla tassazione per coprire tali attivita'. Questa rinnovata strategia e' in scia all'adozione del regolamento sulla tassonomia (giugno 2020), all'attuazione del regolamento sulla divulgazione della finanza sostenibile (marzo 2021), al regolamento sui benchmark climatici dell'UE (aprile 2020) e alla direttiva sulla rendicontazione della sostenibilita' aziendale (aprile 2021). Nel frattempo, secondo un atto delegato adottato sempre ieri dalla Commissione, le societa' non finanziarie dovranno rivelare la quota del loro fatturato, del capitale e delle spese operative associate ad attivita' economiche sostenibili dal punto di vista ambientale (come definito nel regolamento sulla tassonomia dell'UE e nell'atto delegato sul clima, formalmente adottato il 4 giugno 2021) cosi' come qualsiasi atto delegato futuro su altri obiettivi ambientali, oltre all'adattamento e alla mitigazione del clima. Le istituzioni finanziarie, principalmente grandi banche, gestori patrimoniali, societa' di investimento e compagnie di assicurazione/riassicurazione, dovranno rivelare la quota di attivita' economiche ambientalmente sostenibili sul totale delle attivita' che finanziano o in cui investono. Tale atto delegato sara' inviato alla valutazione del Parlamento europeo e del Consiglio per un periodo di quattro mesi, prorogabile una volta per un periodo di due mesi.

*Presidente Goldmann & Partners