News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
07/04/2021 13.56 - PUBLIC POLICY
RINNOVABILI, GAVA: NO A ELIMINAZIONE DECADENZA INCENTIVI, MA SERVE DM CONTROLLI-2-

(Public Policy) - Roma, 07 apr - Ma, secondo la sottosegretaria, "un nuovo dm sui controlli, con lindicazione delle violazioni cui applicare le corrispondenti decurtazioni percentuali della tariffa spettante" è "ancora attuale e necessario. Pertanto si conta su una rapida adozione del nuovo decreto". Gli obiettivi, come sottolineati ancora da Gava, sarebbero diversi: aggiornare, rispetto al precedente decreto, lelenco delle 'violazioni rilevanti, che danno luogo a decadenza dal diritto di percepire lincentivo o a rigetto dellistanza'; definire un nuovo elenco di 'violazioni che danno luogo a decurtazione' dellincentivo, con indicazione per ciascuna della percentuale di decurtazione; limitare il ricorso ai provvedimenti di decurtazione ai soli impianti che al momento dell'accertamento della violazione percepiscono incentivi e al fine di assicurare la salvaguardia della produzione di energia da fonti rinnovabili.

Infine, Gava ha parlato anche dell'artato frazionamento degli impianti al fine di ottenere maggiori incentivi. "La questione dellimmediata applicabilità delle nuove disposizioni - che escludono la decadenza tout court dalla tariffe incentivanti - sembra assumere una ridotta rilevanza pratica", ha detto. "Ciò alla luce della considerazione secondo cui, laddove tale violazione dovesse sostanziarsi in unipotesi di elusione delle procedure e, dunque, di indebito accesso agli incentivi, la conseguenza applicabile continuerebbe ad essere la decadenza dagli incentivi. Laddove, invece, la violazione dovesse tradursi nella percezione di incentivi più elevati rispetto a quelli spettanti, il Gse applicherebbe la rideterminazione degli incentivi, quale misura che, in alcuni casi, potrebbe risultare anche meno afflittiva della decurtazione secca", ha concluso. (Public Policy)

@PPolicy_News

FRA

071355 apr 2021